Giappone promuove rapporti con Asia Centrale

5 Giugno 2006

TOKYO: Il ministro degli Esteri giapponese, Taro Aso ha tenuto un incontro con gli alti diplomatici dall’Asia Centrale per rafforzare le relazioni tra Tokyo e la regione, dove la sua rivale cinese e la vicina Russia stanno gradualmente aumentando la loro influenza.

Aso ha siglato insieme agli altri ministri dall’Uzbekistan, Kyrgystan, Tajikistan e Kazakhstan un accordo per una più stretta collaborazione in questioni quali la lotta all’anti-terrorismo o nello sviluppo economico ed energetico, inclusi progetti autostradali per il trasporto di risorse naturali di cui è ricca l’Asia Centrale.

I funzionari giapponesi hanno evidenziato l’importanza strategica della regione, che possiede importanti riserve di greggio e gas naturale, per il Giappone, a corto di risorse e prevalentemente dipendente dalle sue importazioni di petrolio dal Medio Oriente.

Il Giappone ha acconsentito ad offrire il suo aiuto nella costruzione di un autostrada che collegherà il Tajikistan e l’Afghanistan nel sud, come parte degli sforzi per collegare la regione all’Oceano Indiano attraverso il Pakistan e fornire migliore accesso per l’esportazione di risorse naturali.

Alla domanda se il forum rappresenterà una minaccia per l’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (una struttura regionale che vede la partecipazione delle 4 nazioni più Cina e Russia), Aso ha risposto che Tokyo sta "semplicemente offrendo il suo aiuto a Paesi dell’Asia centrale per promuovere il loro sviluppo"

"Non voglio essere frainteso, ma le nazioni dell’Asia centrale sono i principali ‘giocatori’nella regione, mentre il Giappone è semplicemente un catalizzatore", ha aggiunto.