Giappone: tasso di disoccupazione, il più basso in 8 anni

a cura di:

Archiviato in: in
30 Maggio 2006

TOKYO: La produzione industriale giapponese è cresciuta in aprile e il tasso di disoccupazione si è stabilizzato ai minimi livelli in quasi 8 anni, come riprova di una modesta ripresa economica del Paese. L’aumento dell’1.5% nella produzione ha battuto le vecchie previsioni dell’1.8%.

Sebbene i dati non siano particolarmente eccezionali, supportano però le stime secondo cui la Banca del Giappone porrà fine nei prossimi mesi alla sua politica a tassi zero.

"I dati sul tasso di occupazione confermano un continuo miglioramento nel mercato del lavoro", riferisce Naoki Iizuka, economista presso il centro di ricerca Dai-ichi.

Il direttore della Banca del Giappone, Toshihiko Fukui non ha fornito nessuna indicazione circa i tempi necessari affinché la banca riprenda ad aumentare i tassi di interesse dall’attuale zero percento, sottolineando che tutto dipende dallo stato dell’economia e dei prezzi.

La seconda economia al mondo è cresciuta ad un tasso dell’1.9% nel trimestre fino a marzo, oltre ogni aspettativa di mercato.

Gli economisti prevedono, tuttavia, che il ritmo nella crescita si manterrà modesto e stabile, con un aumento di quarto in quarto che oscillerà tra lo 0.5-0.7% a partire da aprile-giugno.

Il tasso di disoccupazione è rimasto immutato da marzo, attorno al 4.1%, rimanendo ai suoi livelli più bassi in quasi 8 anni. Il numero di impiegati è salito per il 12esimo mese consecutivo dai 63.68 milioni di un anno fa. Mentre il tasso di disoccupazione ha raggiunto il record di 5.5% diverse volte nel 2002 e 2003, da allora è sceso gradualmente, grazie soprattutto all’aumento dei salari.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link