Giappone, ultima invenzione high-tech: Robot per accudire anziani

a cura di:

Archiviato in: in
20 Marzo 2006

TOKYO: Un team guidato da esperti giapponesi avrebbe inventato un nuovo robot in grado di vedere, sentire suoni e profumi e, soprattutto, trasportare esseri umani. Il target principale di questa nuova invenzione e’ la popolazione anziana giapponese. L’Istituto di Ricerca del Governo Riken ha affermato oggi che l’umanoide RI-MAN di 158 centimetri puo’ trasportare una bambola di 12 chili e in 5 anni potra’ arrivare a sostenerne anche 70 di chili. Gli esperti sperano che in futuro, attraverso studi ancora piu’ approfonditi, l’invenzione potra’ essere utilizzata anche per la riabilitazione. Ricoperto da 5 millimetri di silicone morbido, RI-MAN e’ dotato di sensori che gli indicano peso e posizione di un corpo. Il robot di 100 chili puo’ distinguere 8 diversi tipi di odori, indicare la provenienza di una voce e seguire un viso umano. "In futuro, vorremmo sviluppare nel robot anche la capacita’ di valutare lo stato di salute di una persona attraverso il suo respiro", sostiene Toshiharu Mukai, capo del team di ricerca. Il Giappone sta cercando di migliorare le strutture di sostegno per gli anziani, perche’ il tasso di natalita’ del Paese sta toccando livelli sempre piu’ bassi e la sua popolazione e’ tra le piu’ longeve al mondo.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link