HK e Cina: due diverse scuole di pensiero

25 Luglio 2006

HONG KONG: Yang Yang deve affrontare una dura scelta: andare all’Università di Tsinghua a Pechino o a quella di Scienza e Tecnologia di Hong Kong.

IL 18enne ha infatti ricevuto, quale migliore studente del suo corso, l’ammissione ad entrambe le università. Dopo notti insonni, ha scelto Hong Kong, una "scelta dolorosa", visto che il ragazzo ha sempre sognato di andare alla Tsinghua.

Allora perché? Semplicemente perché sente il bisogno di sperimentare un sistema educativo più occidentalizzato a Hong Kong, spiega. Ma anche altri hanno fatto la sua stessa scelta.

Infatti, i college di Hong Kong quest’anno sono molto di moda tra gli studenti della Cina continentale.

L’università di Hong Kong ha ricevuto oltre 12mila domande di iscrizione di studenti cinesi quest’anno, il doppio dello scorso anno. Si tratta comunque sempre di studenti "modello", perché le università di Hong Kong hanno selezioni molto dure per l’ammissione, quasi quanto l’università di Pechino e la Tsingua. Tra le motivazioni per la scelta di Hong Kong si ripetono parole come "internazionale", "insegnamento dell’inglese", "orientamento degli studenti" e non ultimo "migliori prospettive di lavoro".

"Il curriculum è più internazionalizzato e orientato al mercato a Hong Kong", dichiara Ge Li, una ragazza originaria dello Shandong che ha fatto domanda per l’università di Hong Kong.

"Noi incoraggiamo gli studenti ad essere creativi ed indipendenti", spiega K.C. Chan, preside della Hong Kong Business School, l’istituto che vanta la selezione più severa, "offriamo loro una guida personalizzata e più comunicazione".

Ma non tutti possono permettersi un’università a Hong Kong senza una borsa di studio. Quattro anni in un college qui costano almeno 400mila yuan (40mila euro), ma secondo i dati del ministero del Lavoro e della Sicurezza sociale, il salario medio annuale per un impiegato in Cina era inferiore ai 19mila yuan (2mila euro) lo scorso anno. Ed è per questo che le università di Hong Kong stanno offrendo un buon numero di borse di studio.

Gu Haibin, professore preso il dipartimento della Renmin University in Cina, ha ricordato che l’impatto delle scuole di Hong Kong sarà limitato qualora non si decidano ad aumentare il numero degli iscritti. Paragonato al tasso di iscrizioni delle università cinesi, pari a 2.6 milioni quest’anno, i 1300 posti offerti dai college di Hong Kong sono piuttosto scarsi. Ma Gu ha anche sottolineato che scuole cinesi quali Beida e Tsinghua potrebbero sentirsi spinte a migliorare il loro sistema educativo vista la pressione e la competizione della rivale Hong Kong.

Ylenia Rosati

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)