Hu Jinato guarda all’Africa per petrolio ed esportazioni

25 Aprile 2006

PECHINO: Il presidente cinese Hu Jintao è arrivato ieri a Rabat, capitale del Marocco, per una visita di Stato e prevede di avviare i colloqui con il Re Mohammed VI in serata.

La visita prevede la firma di vari accordi di cooperazione economica, tecnico-scientifica, culturale e medica.

La nazione nord-africana è la terza tappa del tour di Hu che lo ha portato negli Stati Uniti e in Arabia Saudita e che lo vedrà presto in Nigeria e Kenya, alla ricerca di nuovi rifornimenti petroliferi per aprire nuovi mercati d’esportazione per le società cinesi.

Hu ha firmato nel week-end degli accordi energetici con l’Arabia Saudita e ha discusso un progetto con Riad per la realizzazione di una riserva petrolifera in Cina.

Gli sforzi della Cina nella regione sono stati ripagati quando la China National Offshore Oil Corp ha concluso un accordo per l’acquisto del 45% della quota di un complesso petrolifero nigeriano per oltre 2 miliardi di dollari.

Il Marocco può apparire una tappa un po’strana per Hu, visto che si tratta dell’unico paese nord-africano senza petrolio e che l’entrata aggressiva della Cina nel mercato dell’abbigliamento europeo ha avuto delle ripercussioni anche sull’industria tessile del regno.

Il commercio tra Cina e Marocco è cresciuto rapidamente, raggiungendo quota 1.48 miliardi di dollari, secondo i dati forniti dal ministero degli Esteri cinese.

La Cina esporta in Marocco soprattutto prodotti industriali, tessili, tè verde, prodotti elettronici e meccanici, e importa fosfati e fertilizzanti chimici.

La Cina inoltre conta sul progetto del Marocco di creare un nuovo porto e centro industriale nella città settentrionale di Tangeri entro il prossimo anno, per godere di una ‘fetta’ sempre più grande del mercato del commercio mondiale. Il progetto fa parte di un piano che vuole fare del Marocco una base di produzione manifatturiera e di commercio competitivo alle soglie dell’Europa.

"Grazie alla sua posizione, la Cina potrà pensare in futuro di utilizzare il territorio del Marocco come passaggio verso nuovi vie per l’export verso l’Europa e l’America", ha riferito Tajeddine el-Husseine, professore di economica internazionale in Marocco.

La Cina ha stabilito relazioni diplomatiche con il Marocco nel novembre del 1958.

Il re Mohammed ha visitato la Cina quattro anni fa e il predecessore di Hu, Jiang Zemin, si è recato in Marocco nel 1999.

Ylenia Rosati

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)