I numeri del Capodanno

a cura di:

Archiviato in: in
19 Febbraio 2007

PECHINO: Il Capodanno cinese – Festa della Primavera – si è svolto come da sempre con grandi festeggiamenti. Oggi è iniziata la cosiddetta "settimana d’oro", la più importante vacanza nazionale in Cina. I più fortunati sono partiti ieri o questa mattina verso le principali destinazioni turistiche. Il quotidiano China Daily prevede, nel corso nei prossimi giorni, 2 miliardi di gite, 4.000 voli e 155 milioni di spostamenti in treno.

Il primo giorno dell’anno cinese cade generalmente fra il 30 gennaio e il 20 febbraio del calendario lunare e segna l’inizio della primavera. La leggenda narra che in Cina, migliaia di anni fa, viveva sul fondo del mare un feroce mostro chiamato Anno, che usciva solo la notte dell’Ultimo per divorare gli esseri umani. Terrorizzati, gli abitanti del vicino villaggio si rifugiavano sui monti. In una notte di Capodanno, un mendicante giunto da lontano chiese a una vecchia signora di ospitarlo. In cambio avrebbe sconfitto il mostro. La mattina seguente, scendendo dalla montagna dove si erano rifugiati, gli abitanti del villaggio videro che il mostro era fuggito per sempre, allontanato dagli scoppi e dai fuochi d’artificio con cui il mendicante aveva festeggiato tutta la notte.

Da allora è tradizione accogliere il nuovo anno sparando fuochi d’artificio insieme ai propri cari. Anche se molti si lamentano che il sempre più diffuso benessere renda la festa di anno in anno meno attraente, il Capodanno Cinese continua a essere aspettato e accolto con grande passione. Ogni anno i media cinesi fanno a gara per dare i "numeri" più significativi. Diamo uno sguardo alle cifre dell’anno del Maiale.

380.000: le confezioni di fuochi d’artificio vendute. Allentato il divieto imposto qualche anno fa nelle maggiori città cinesi di sparare fuochi d’artificio, dice l’agenzia di Stato Xinhua, quest’anno sono state vendute 380.000 confezioni autorizzate, rispetto alle 240.000 dello scorso anno. Ma la polizia ha anche confiscato 560 milioni di fuochi che non rispettano gli standard richiesti, per un valore di 10 milioni di yuan — circa un milione di euro.

270: le persone rimaste ferite lo scorso sabato a Pechino, secondo le ultime stime pubblicate dalla Xinhua.

500 milioni di yuan — circa 50 milioni di euro: gli incassi pubblicitari previsti per il Gran Galà televisivo della CCTV (China Central Television) lo scorso sabato. Trasmesso la prima volta nel 1897, è lo spettacolo più seguito dalle famiglie cinesi l’ultima sera dell’anno.

400 milioni: i messaggi di testo spediti a Pechino la notte dell’Ultimo. I due principali operatori di telefonia mobile cinesi, China Mobile e China Unicom, prevedono che durante i sette giorni di vacanza, in Cina verranno spediti in tutto 14 miliardi di messaggi di testo, contro i 12,6 miliardi dello scorso anno.

3000 yuan – circa 300 euro: la cifra mediamente spesa dai "colletti bianchi" per i regali del Capodanno cinese. Secondo un sondaggio condotto da ChinaHR.com, circa il 57,47% degli intervistati spenderà durante la settimana d’oro da un sesto a un dodicesimo del proprio stipendio mensile.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link