Il via in Cina al primo reality show sul Fitness: Technogym e Barilla al The Gym Show

a cura di: Paolo Cacciato

Archiviato in: in
the gym show

SHANGHAI:  Casting aperti per un talent show sportivo tutto cinese su cui è valorizzato molto dello sforzo produttivo e di marketing stategy nostrani. Stavolta infatti è  l’italianissima Technogym in collaborazione con la House Films LTD, società cinese, a prendere parte in un progetto mediatico che porta online la Cina del wellness  e lascia riflettere apertamente sui cambiamenti che la società cinese contemporanea ha ormai innescato al suo interno.

Il progetto valorizza in primis un dato di fatto: sono sempre più i cinesi che frequentano i nuovi centri sportivi e di benessere nelle maggiori città.  Curiosità e moda si fondono nello status symbol targato club sportivo.Solo a Shanghai se ne contano ormai decine in aperta concorrenza promozionale,  la cui attività è spesso pubblicizzata fra “i nuovi ricchi”, attraverso circoli culturali dall’atmosfera mista e occidentalizzata.

Il nuovo programma di prossima trasmissione online sul canale youku, una sorta di concorrenza cinese al youtube internazionale, mira però a sensibilizzare la fascia “più comune” di utenti che mantiene nei confronti dello sport vissuto fra le mura della palestra e dei centri fitness una serie di perplessità, che richiamano ad osservazioni quali: noia, ripetitività e limitatezza nell’espressione corporea.

Non dimentichiamoci infatti che la Cina è la patria del TaiChi, l’arte che armonizza con lo spazio naturale circostante movimento e respirazione al fine di ottenerne longevità, serenità e consapevolezza corporea. Una perplessità di fondo nei confronti di luoghi d’esercizio chiusi e omologanti è più che comprensibile.

Proprio su questa utenza mira a far colpo il programma JianleNanNu tradotto The Gym e riconducibile più fedelmente nell’analisi dei caratteri cinesi ad un’immagine del tipo “uomini e donne in salute e felicità”; jianle in cinese riassume infatti l’idea di wellness. Lo show vedrà sei protagonisti coinvolti in un programma di allenamento per tre mesi, seguiti da trainer professionisti. Musica, movimenti e scenari di allenamento curati e altamente attrezzati saranno un must. L’attrezzatura in dotazione sarà targata Technogym che, dopo la partnership importante e ufficiale durante i Giochi olimpici, ora mira a consolidare il proprio ruolo pionieristico e di brand awareness sul mercato del fitness cinese.

Oltre a Technogym anche Barilla ha deciso di contribuire al progetto come parte del Team per assodare la dimensione realmente italiana del messaggio da trasmettere all’utenza cinese: sport e alimentazione in perfetta armonia, quali yin e yang fondanti un nuovo carisma sociale che punti alla palestra quale luogo di incontro, di crescita, di benessere  e di scambio.

Nel frattempo mentre il programma si accinge a fare la sua entrata scenica sulla rete e i casting si affollano, i cinesi imperterriti continuano nel loro appassionato tai chi mattutino e vespertino sui lati dell’affollatissima Renminlu a Shanghai…

Paolo Cacciato

Paolo Cacciato

Coordinatore del Business Focus China e Far East e Docente di Marketing Strategy sui Mercati dell'Asia Orientale nei Master in Internazionalizzazione di Impresa del Nuovo Istituto di Business Internazionale di Milano, sinologo e nippologo specializzato in mediazione linguistica e interculturale applicata ai processi di business development. Presidente di Asian Studies Group ©, centro studi specialistico con sedi principali in Milano Roma Padova Torino; dirige in Italia il C.U.P.I. Centro per l'Unione delle Prospettive Internazionali, già consulente d' impresa per diversi gruppi italiani, coordina ADM-EA Consulting, studio specializzato in internazionalizzazione su Cina Giappone e Corea con sede principale a Milano e desk operativi in Kobe, Shanghai, Seoul.