Il “Grande fratello” arriva anche in India

a cura di:

Archiviato in: in
18 Luglio 2006

NUOVA DELI: La tv reality del "Grande Fratello" sta per essere lanciata anche in India, nonostante le controversie nate per l’abbigliamento delle partecipanti.

I produttori vogliono che lo show scateni un dibattito nel Paese sul fenomeno della convivenza di coppie non sposate, qualcosa ancora poco accettato nel Subcontinente, e su storie d’amore pre-matrimoniali, spesso disapprovate.

Il format del "Grande Fratello" è sempre lo stesso, ovvero circa una dozzina di sconosciuti chiusi in una casa e votati dal pubblico, usato per show televisivi in circa 70 Paesi finora. In alcuni di questi, lo show ruota principalmente attorno al sesso, ma Kamat, direttore della filiale indiana dell’olandese Endemol, sottolinea che ciò non può funzionare in India, dove un possibile argomento di discussione potrebbe invece essere la scelta delle partecipanti nell’abbigliamento, tra il tradizionale sari, in cui sono avvolte le loro madri, e i moderni jeans.

Mentre nelle città indiane molti giovani borghesi vivono la loro vita privata con un libertà simile a quella occidentale, nei piccoli centri abitati e nei villaggi la popolazione è ancora molto conservatrice. Ciononostante, Kamat spera di poter testare attraverso il suo format i limiti della "relativamente pudica" industria televisiva indiana.

I programmi della tv "reality" si sono rivelati un vero successo in India, perché palcoscenico su cui la maggior parte dei giovani indiani, attraverso talent show familiari, cercano di dimostrare di essere i cantanti più bravi o i comici più simpatici.

"La gara della risata indiana", anch’essa prodotta da Endemol, è stata seguita dall’8% delle 62 milioni di famiglie stimante con tv via cavo in India. Kamat prevede che il "Grande fratello" raggiungerà un successo ben maggiore.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link