Incontro tra Cina e Giappone per riprendere il dialogo

a cura di:

Archiviato in: in
10 Febbraio 2006

Il Ministro degli affari degli esteri cinese Dai Bingguo e quello giapponese Shotaro Yachi si sono incontrati ieri a Tokyo (il primo incontro ufficiale da ottobre) per riprendere il dialogo, nonostante il raffreddamento dei rapporti dovuto alle sempre più frequenti visite del Primo ministro Junichiro Koizumi al Tempio di Yakusuni, considerato da Pechino quale il simbolo del passato militare giapponese. Come segno delle tensioni bilaterali esistenti, il Segretario di Stato giapponese Shinzo Abe giovedì ha definito "inappropriato" il commento di un funzionario cinese secondo cui i rapporti tra i vicini asiatici non miglioreranno finché Koizumi sarà Primo ministro. Dai ha incontrato giovedì il Primo ministro giapponese Taro Aso ma secondo le fonti ufficiali si sarebbero solo scambiati delle vedute in un’atmosfera "rilassata", niente di più. Tuttavia, Tokyo intende lavorare per mantenere aperti i canali di comunicazione con la Cina. Sono previste, infatti, altre visite a Pechino tra fine febbraio e marzo per promuovere l’amicizia cino-giapponese. Questo "raffreddamento diplomatico" preoccupa non poco il Giappone poiché potrebbe alla lunga danneggiare i rapporti economici con la Cina, la quale nel 2004 ha sostituito l’America come maggiore partner commerciale.