India: consumi stellari per alcolici e champagne. L’arrivo del neobenessere?

25 Marzo 2008

È opinione diffusa che lo stato di salute di un’economia si possa desumere dall’andamento del mercato dello champagne.

Nel caso dell’India è senz’altro vero: il paese, che in questi ultimi anni ha conosciuto tassi di crescita a due cifre, sta vivendo un vero e proprio boom del consumo non solo del pregiato vino francese, ma degli alcolici in generale.

"Ai giovani indiani il whisky, la vodka e il vino piacciono molto", scrive India Today, "Il consumo di questi prodotti aumenta ogni anno di circa il 15 per cento".

Secondo le stime, alla fine del 2007 le bottiglie stappate sono state più di 157 milioni, il 90 per cento delle quali di birra. Il consumo di alcolici è in aumento soprattutto tra i giovani che frequentano i locali notturni nelle grandi città come Bombay e Bangalore.

Noti marchi internazionali, per esempio la Budweiser, hanno lanciato la versione locale dei loro prodotti, affidandosi a campagne pubblicitarie con le più note stelle di Bollywood.

Ad attirare l’interesse delle multinazionali è il potenziale di sviluppo del mercato indiano: con il 60 per cento della popolazione al di sotto dei 25 anni e l’80 per cento degli adulti che ancora non consuma alcolici, le prospettive per il futuro sono molto interessanti.( India Today/ Courrier International/ Internazionale).

Redazione on line – Succede nel Mondo