India: donna si ribella all’alcolismo, umiliata nuda in piazza

17 Marzo 2006

NEW DELHI: Una donna è stata trascinata da un gruppo di uomini inferociti a mostrarsi nuda dinanzi a tutto il suo villaggio nell’India centrale per aver cercato di combattere contro l’alcolismo e il commercio illegale di alcolici nella zona. Lo ha reso noto oggi la polizia dello stato di Maharasthra, precisando di aver arrestato nove persone coinvolte nell’incidente avvenuto nel villaggio di Talegaon, distretto di Solapur. La donna, una dalit – casta degli intoccabili – ha denunciato alla polizia che un gruppo di uomini l’aveva aggredita come rappresaglia per aver denunciato alle autorità locali tramite lettera l’esistenza nel villaggio di un’organizzazione dedita al commercio illegale di liquori. L’episodio del distretto di Solapur non rappresenta un caso isolato in India. Quello dell’alcolismo è un problema sempre più grave in numerose zone del Paese. Sono molti gli uomini che sperperano quasi tutti i loro guadagni per acquistare alcolici, spesso sottraendo alla famiglia persino i mezzi di principale sostentamento. A risentire di questa situazione sono soprattutto le donne, spesso vittime di mariti ubriachi e violenti. Proprio per far fronte a quella che è diventata una vera e propria piaga, sono diverse le Ong che lottano contro l’alcolismo. E molte sono le donne che, come la giovane donna di Solapur, stanche di subire i maltrattamenti di mariti o padri ubriachi, hanno cominciato a reagire.

Ylenia Rosati