India, la borsa di Mumbai prosegue la corsa

18 Luglio 2007

MUMBAI: Nonostante l’ultima seduta negativa, il Sensex continua la sua corsa sopra i 15.000 punti in maniera convincente. Il mercato ieri ha chiuso in lieve ribasso, cedendo 21 punti a 15.290, dopo aver toccato un massimo storico durante la giornata di 15.440,20 punti. Anche il Nifty, sulla NSE, ha chiuso in perdita di 15 punti (0,34%), scendo nuovamente sotto la soglia dei 4.500 (4.497 punti).

Risultati negativi dell’ultima sessione che non vanno comunque a ledere la solidità del trend di borsa indiano, rallentato negli ultimi minuti solo dalla frenata — neppure tanto brusca — di banche e automobili. Nella giornata di ieri le perdite principali sono state quelle di Mahindra and Mahindra (2,6%), Reliance Communications (2,3%), Bhel (2,1%), State Bank of India (2%) e Tata Steel (1,9%). Bene invece Ambuja Cements (3,1%), Reliance Industries (2,86%), Tata Consultancy Services (2,39%), Dr Reddy’s Laboratories (1,79%) e Satyam Computer (1,3%), quest’ultima spinta dalle notizie positive sulla formalizzazione di alcuni accordi in Australia, Singapore ed Emirati Arabi Uniti.

Con la performance di ieri l’indice principale di Mumbai ritorna in rosso dopo una 3-giorni di forti incrementi. L’ultima prestazione negativa risaliva infatti all’11 luglio, quando l’indice scese nuovamente sotto la soglia dei 15.000, non riuscendo a consolidare i risultati positivi di alcuni grossi gruppi industriali, ed in particolare di Infosys, nel settore dell’information technology, che ha registrato un risultato degli utili netti ben sopra le aspettative. Nonostante ciò Mumbai ha perso terreno, cedendo 99,26 punti (0,66%) a quota 14.910,62, sulla scia di una rinnovata debolezza generale.

Già il 12 luglio però il Sensex tornava sopra i 15.000 punti, guadagnando 155 punti in chiusura grazie ad un inizio sessione molto positivo (la maggior parte dell’incremento lo si deve ai primi cinque minuti di trading) e alle ottime performance di Gujarat Ambuja Cement e Acc. Il giorno successivo, venerdì, il Sensex ha continuato la sua corsa guadagnando l’1,20% e chiudendo la giornata a 15.272,72 punti, con il settore energetico e le industrie pesanti in grande spolvero.

Lunedì, infine, ha rappresentato un buon inizio di settimana, con Mumbai che conquista altri 88,50 punti conducendo il Sensex sopra la soglia dei 15.300 punti, dopo aver oscillato tra i 15.239 e i 15.341 punti. Quindi il rallentamento di ieri, che non mina le buone aspettative di crescita per le sessioni future.

Roberto Rais

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)