India: rapita una donna ogni mezz’ora

a cura di:

Archiviato in: in
1 Giugno 2006

NUOVA DELI: Una donna è rapita ogni mezz’ora in India, mentre una è uccisa ogni 75 minuti, di solito bruciata per non aver portato una buona dote.

Anche la violenza contro i bambini è cresciuta di circa un quarto in soli 12 mesi e si è registrato un forte aumento di casi di assassinio di "feti femminili" nel 2004, riferisce il National Crime Records Bureau (NCRB), che presenterà il suo ultimo rapporto, basato su dati del 2004, al Parlamento a luglio.

La capitale nazionale, Nuova Deli, è il luogo meno sicuro per le donne.

Nel 2004 ha assistito al 30% di stupri, registrati nelle 35 maggiori città del Paese. Ci sono stati 457 casi di stupro nella città su 1.510 casi riferiti.

Un responsabile del NCRB ha dichiarato che sebbene le statistiche si riferiscano al 2004, a causa dell’assenza di un’adeguata raccolta dati da parte dei governi locali, attualmente le tendenze non sono cambiate affatto, il crimine contro le donne è aumentato costantemente in questi 10-15 anni.

In base ad una specie di "orologio del crimine" elaborato dal NCRB, si arriverebbe a stimare uno stupro ogni 29 minuti e un caso di violenza familiare ogni 9 minuti.

La Commissione nazionale delle donne indiane, l’agenzia che si occupa dei diritti delle donne, dichiara di non essere stupita dalle statistiche.

I bambini sono un’altra vittima del crimine, e secondo le stime, i casi contro di loro sono aumentati del 24% nel 2004, e i casi di "uccisione dei feti", prevalentemente femminili, è salito al 50%, considerato l’alto tasso di pregiudizi contro il genere femminile in molte parti dell’India, specialmente negli Stati settentrionali dello Haryana e del Punjab.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link