Italia e Cina collaborano per estrarre energia elettrica dal mare

9 Novembre 2006

HARBIN: Italia e Cina hanno firmato ieri un accordo per la progettazione e ricerca nel campo delle fonti alternative di energia. L’accordo, firmato dal presidente del Ponte di Archimede, Elio Matacena, e dal professor Zhang Liang della Engineering University di Harbin, autorizza la parte cinese a costruire un modello di macchina generatrice di energia dalla corrente marina, utilizzando il know-how tecnologico italiano. Alla fine dello scorso anno, la turbina ad asse verticale Kobold, brevettata dal Ponte di Archimede, è diventata a tutti gli effetti una centrale produttiva, capace di fornire un flusso costante di energia della capacità di 40 Kv, rendendo Messina la prima città del mondo che riceve energia elettrica dal mare.