KFC ‘infanga’ Classico cinese

a cura di:

Archiviato in: in
19 Luglio 2006

PECHINO: Il Kentucky Fried Chicken (KFC) è sotto accusa per la sua ultima pubblicità che mostra un taoista circondato dai suoi adepti con in mano un burger di pollo, sostenendo che si tratta di un capolavoro.

Molti hanno criticato KFC per aver "disonorato" la storia cinese, riferisce il China Business Post.

Il contesto e l’abbigliamento dei Taoisti nella pubblicità si ispirano ad una scena tratta dal film "Le Sette Spade", una fiction bastata su eventi storici realmente accaduti, molto apprezzata dalla comunità cinese.

Ma non è la prima volta che la nota catena di fast food sfrutta le scene del film "Le Sette Spade" nelle sue pubblicità televisive.

"Il vecchio taoista nella fiction è un personaggio storico reale ed è ridicolo che consigli burger di pollo visto che la maggior parte dei taositi è vegetariana e dato che la fede taoista insegna che uccidere gli animali è sbagliato", spiega Yin Cheng’an, un taoista presso il tempio di Baiyun a Pechino.

Fu, è stato un eroe nazionale che ha difeso i gruppi etnici dall’invasione nella Cina centrale all’epoca della dinastia Ming e Qing. L’immagine che deriva dalla pubblicità, è perciò considerata "inaccettabile" non solo dalla comunità taoista ma anche da quella cinese.

La controversia ha sollevato preoccupazioni circa il pericolo che corre la cultura cinese qualora fenomeni come questi continuino.

"Negli scambi culturali tra la Cina e Paesi occidentali, gli ultimi appaiono sempre in una posizione dominante, e le nostre tradizioni non ricevono il giusto rispetto", dichiara Han Yunbo, professore del dipartimento di letteratura dell’Università sud-occidentale e aggiunge, "questa storia ci ricorda il dovere di proteggere meglio le nostre tradizioni, conservandone la purezza, da finte rappresentazioni".

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link