La Cina presto supererà gli Usa nel commercio con l’India

18 Aprile 2006

PECHINO: La Cina è sulla buona strada per diventare il maggiore partner commerciale indiano, superando in pochi anni gli States e raggiungendo i 100 miliardi di dollari di scambi commerciali, predicono gli analisti.

Sajor Kumar Poddar, presidente della Federazione delle camere del commercio e dell’industria indiane (FICCI), ha parlato infatti di "enormi potenziali" per quanto concerne il commercio bilaterale tra i due Giganti asiatici in rapida crescita.

Il commercio tra Cina e India lo scorso anno ha raggiunto il record di 18.7 miliardi di dollari, con un aumento del 38% di anno in anno.

Se la crescita si mantiene sostenuta, il commercio con la Cina potrebbe presto superare quello tra India e Usa, che attualmente si aggira intorno ai 30 miliardi di dollari, riferisce Poddar, che questa settimana è a Pechino con una delegazione della FICCI.

Tuttavia, Poddar ha sottolineato che per portare avanti questa crescita è necessario diversificare la tipologia di esportazioni indiane verso la Cina, dalle materie prime ai prodotti lavorati. Attualmente, le esportazioni dell’India verso la Cina si limitano solo a materie prime quali il ferro, che rappresenta più della metà del totale delle esportazioni in Cina.

Poddar è inoltre convinto che India e Cina, i ‘due motori’ dello sviluppo economico asiatico, beneficeranno di una più stretta collaborazione commerciale.

"I due Paesi hanno molti aspetti complementari e possono imparare l’uno dall’altro", ha affermato Poddar che poi ha aggiunto" Lo sviluppo della Cina dipende soprattutto dal commercio e investimento estero mentre l’India si basa prevalentemente sulla crescita delle imprese locali."

Parlando di un possibile raggiungimento di un accordo di libero commercio tra India e Cina, Poddar ha dichiarato che "accadrà in futuro, ma per ora è prematuro."

"Abbiamo bisogno di conoscerci meglio prima di un passo del genere e serve tempo", ha sottolineato Poddar.

Ylenia Rosati