La “Città Proibita” si fa bella

a cura di:

Archiviato in: in
29 Marzo 2006

PECHINO: Ieri 28 Marzo sono iniziati i lavori di restauro della Città Proibita, dopo 300 anni, è la prima grande opera di ristrutturazione che il palazzo imperiale subisce.

Oltre 400 operai hanno lavorato all’assemblaggio delle impalcature del palazzo, alte 40 metri ed estese per una superficie di circa 3600 metri quadrati. Le prossime operazioni vedranno uno studio delle condizioni dei materiali e dei dipinti, da parte dei maggiori esperti nel settore. Quindi inizierà il vero e proprio restauro della bella Città Proibita.

Gli studi e le ricerche per la ristrutturazione sono iniziati nel 2004 e hanno visto anche l’intervento di studiosi internazionali, in quanto il progetto prevede un ritocco completo non solo degli esterni, ma anche dei dipinti e delle opere d’arte raccolte nella Città Proibita.

Secondo quanto dichiarato dalle istituzioni cinesi, il progetto avrà la durata di oltre un anno, con il completamento dei lavori per il 2007.

La ristrutturazione della Città Proibita è la prima grande opera di restauro mai realizzata prima in Cina.

Melinda Brindicci

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link