La moda indiana protagonista a Roma

a cura di:

Archiviato in: in
16 Luglio 2007

ROMA: Forse ai più i nomi di Neeta Lulla e di Pria Kataria Puri non suggeriranno nulla. Tuttavia ben presto i loro marchi potrebbero invadere le nostre strade, e le vetrine dei negozi potrebbero riempirsi di collezioni d’alta moda di chiara provenienza indiana.

Lo scenario, parzialmente attribuibile già al presente, non dovrebbe comunque tardare a manifestarsi su una più ampia scala. Antipasto di un nuovo pranzo offerto dall’accoppiata India & Italia sulla tavola della moda è stato il Fashion Week tenutosi a Roma dal 9 al 13 luglio, una settimana "super chic" che ha visto protagonisti anche alcune linee di abbigliamento del subcontinente.

E a Roma erano infatti presenti le collezioni autunno / inverno di Neeta Lulla e Pria Kataria Puri, che in patria e nel dorato mondo dello stile sono due personalità particolarmente acclamate. Le due donne hanno mostrato le loro opere durante il lussuoso evento, forti della fama già ottenuta in Asia.

Pria Kataria Puri ha da tempo un brand consolidato diffuso in tutto il continente asiatico, con una lunga lista di celebrità — tra le quali Madonna — che si riforniscono periodicamente presso il proprio atelier. Neeta Lulla deve invece la sua fama soprattutto agli ambienti cinematografici, per i quali ha disegnato abiti di alcune tra le pellicole più famose del Paese (Devdas, Provoked, Jodhaa Akbar — altri nomi che, probabilmente, non diranno nulla ai più, qui in Italia).

La collezione presentata a Roma da Pria Kataria Puri si chiama "Turkish Delight", recentemente già lanciata in patria durante il Lakme Fashion Week (LFW) di Mumbai, e si compone di 25 abiti invernali: una collezione che, a detta degli esperti, si contraddistingue per un largo uso delle tonalità scure, che in parte contrastano l’utilizzo tradizionale dei colori vivaci e sgargianti che contraddistinguono gli abiti di moda del subcontinente. Ugualmente ricca è stata anche la collezione autunno / inverno di Neeta Lulla. Le due stiliste non sono state comunque le uniche indiane a portare l’India in passerella. Con il passare degli anni il nostro Paese ha ospitato con alterne fortune le opere di stilisti come Suneet Varma, Sabyasachi e alcuni altri.

L’Italia pare infatti apprezzare particolarmente lo stile indiano, con i suoi colori appariscenti, i tessuti preziosi e il design che si ispira alla tradizionale manifattura del Paese asiatico. Di contro, l’Italia non può che rappresentare un importante approdo per la moda indiana, essendo la nostra nazione uno dei principali poli dell’alta moda nel mondo, con decenni di storia e un imponente presente.

La visita delle stiliste a Roma non rimarrà un evento isolato, essendo inserito in un programma di scambio che gli organizzatori del Fashion Week di Roma hanno siglato con quelli del Lukme Fashion Week di Mumbai, programma che proseguirà fino all’appuntamento che si terrà a Marzo in India. Dopo Roma, nel mese di settembre la moda indiana sarà di casa alla Papp di Parigi.

Roberto Rais

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link