L’economia indiana rallenta la sua crescita

a cura di:

Archiviato in: in
economia-india-rallenta
L’economia dell’
India è cresciuta del 5.0% nel 2012-2013, il suo tasso annuale più basso in un decennio, inferendo un altro serio colpo al governo, già criticato per i numerosi casi di corruzione, poco prima delle elezioni nazionali in programma l’anno prossimo.
Scarsa fiducia nei mercati, crollo degli investimenti, alta inflazione ed una debole domanda di esportazioni da parte dei paesi occidentali sono le cause della sconfortante prestazione di quella che poco tempo fa era una economia in grande ascesa.
Nel quarto trimestre del 2012 fino a Marzo 2013 il PIL è cresciuto del 4.8%, leggermente più alto del trimestre precedente quando era al 4.5%, secondo i dati forniti dal Ministero delle Finanze.
Nonostante gli sforzi per promuovere l’economia con una serie di riforme a favore del libero mercato alla fine dell’anno scorso, la maggior parte degli esperti indipedenti prevedono una continua diminuzione nella richiesta e poche rapide soluzioni.
“L’attività economica è ancora fiacca”, affermava Rupa Rege Nisture, capo economista della statale Bank of Baroda, già prima dell’uscita di questi ultimi dati (e ricordando che nel 2011-2012 l’economia crebbe del 6.2%).
L’agenzia Standard & Poor’s Corporation ha già avvertito che l’India ha un terzo di probabilità di perdere il suo tanto sospirato grado di investimento di BBB- (l’Italia ha un BBB+), che è già il più basso tra i paesi del BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sud Africa), e portarlo ad un livello di poco valore potrebbe alzare i pesanti interessi passivi del paese.
L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (in inglese OECD) questa settimana ha abbassato la sua proiezione del PIL dell’India per quest’anno da 5.9% a 5.3%.
“Il Governo deve fare il massimo per cambiare i sentimenti degli investitori”, afferma Shubhada Rao, capo economista della Yes Bank.
Nel trimestre Gennaio-Marzo, il settore industriale, vitale per la creazioni di posti di lavoro, è aumentato solamente del 2.6%, mentre la produzione delle miniere è diminuita del 3.1%.
Il settore terziario, comprendente banche, assicurazioni e l’immobiliario, è stato l’unico raro lato positivo, mostrando una crescita del 9.1%.
 

Oscar Salvador

Oscar Salvador — autore di Di Kali ed altre storie, Ho visto il mio corpo bruciare; inquietudini d’India ed un saltuario ritrovarsi in Occidente e Merī Bhārat; la mia India— corrispondente dall’Asia (dove vive, soprattutto in India, da circa 10 anni) per il Blog di Viverealtrimenti.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link