L’esercito cinese guarda allo spazio

a cura di:

Archiviato in: in
3 Agosto 2006

PECHINO: Lo spazio sta emergendo come il nuovo potenziale teatro di operazioni delle forze armate cinesi, sostiene uno studio.

L’analisi, pubblicata dal quotidiano People Daily e condotta da un gruppo di ricercatori presso l’Università Nazionale della Difesa, mostra lo spazio come l’area dove l’Esercito Popolare di Liberazione deve mostrarsi sempre più preparato e attrezzato per difendere i futuri interessi della nazione.

In un certo senso, si tratta di una deviazione dalle precedenti strategie militari cinesi che finora hanno dato poca importanza ai progetti di difesa spaziale.

Nonostante le frequenti rassicurazioni della Cina che "non intende militarizzare lo spazio", in realtà il suo programma spaziale è stato oggetto di interesse militare fin dall’inizio.

Secondo le fonti ufficiali, l’inizio delle attività spaziali della Cina risale circa a 50 anni fa, l’8 ottobre 1956, quando la Cina aprì il suo primo istituto di ricerca missilistica.

In un "documento bianco" sul suo programma spaziale pubblicato l’agosto del 2004, il governo ha riconosciuto che gli obiettivi di difesa nazionale sono tra gli obiettivi principali per lo sviluppo di satelliti.

E come i primi astronauti americani e russi, anche gli uomini cinesi inviati nello spazio sono stati piloti di aerei da combattimento.

I rapporti mostrano che tutti i governi del mondo danno importanza alle implicazioni difensive delle loro missioni spaziali, fintanto che le possibilità finanziarie e tecniche lo permettono.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link