L’indiana Tata annuncia piani di espansione all’estero

a cura di:

Archiviato in
25 Ottobre 2006

NUOVA DELHI: Presenza ormai fissa nelle pagine economiche dei quotidiani indiani, Tata ha recentemente annunciato i suoi ambiziosi piani di espansione all’estero. Dopo aver posto le sue mire sulla compagnia anglo-tedesca Corus Group Plc, l’azienda indiana guarda oltre, e i prossimi mesi si preannunciano di grande operosità sul fronte delle acquisizioni e delle partnership internazionali. D’altronde lo stesso Alan Rosling, Executive Director di Tata Sons Ltd, ha affermato recentemente che sarebbe solo uno "svantaggio competitivo" limitare i propri affari alla sola India. Perché dunque non fare un po’ di compere al di là dei propri confini?

La società sembra infatti decisa a proseguire nell’espansione diversificata della gamma delle proprie controllate, che ha portato soddisfacenti risultati negli scorsi mesi. Tata è, d’altronde, da anni notevolmente esperta nel gestire trattative con partner dell’altro capo del mondo rendendosi protagonista, anche di recente, di alcune delle più importanti transazioni monidali. A Giugno, per esempio, Tata Coffee Ltd ha acquisito l’americana Eight O’Clock Coffee per 220 milioni di dollari; solo due mesi dopo Tata Tea ha annunciato di aver acquistato il 30% della Energy Brands Inc. per 677 milioni di dollari. Attualmente, circa un terzo dei ricavi della compagnia provengono da operazioni internazionali, ed è questo un dato eccezionale, se si considera che le operazioni extra continentali hanno avuto origine – per Tata – solo pochi anni fa.

A conferma di tali intenzioni, Tata Motors ha annunciato lo scorso lunedì che lancerà sul mercato ghanese alcuni veicoli privati di recente produzione, dopo aver occupato una buona posizione nello stesso mercato con i veicoli commerciali, presenti nella nazione fin dal 1974. Ad occuparsi della gestione del marketing e della distribuzione dei veicoli Tata in Ghana sarà Tata Ghana e PHC Motords LTD, già responsabili della distribuzione dei veicoli commerciali.

Per rafforzare la presenza del marchio nel paese, Tata ha intenzione di stabilire almeno 10 nuovi centri di assistenza entro il prossimo anno. Oltre al Ghana, Tata è già presente in altre nazioni del continente: Sud Africa, Costa d’Avorio, Senegal, Zambia, Uganda, Madagascar, Congo, Tanzania, Kenya.

Roberto Rais