L’Organizzazione degli Imprenditori di Wenzhou conquista anche Pechino

a cura di:

Archiviato in: in
28 Febbraio 2006

L’Organizzazione degli imprenditori di Wenzhou è stata a Pechino sabato 25 febbraio per concludere alcuni affari di valore superiore a 29 miliardi di rmb, con oltre 150 società commerciali di Pechino.

L’evento pare abbia sorpreso la Cina stessa, la quale, pur consapevole della nota abilità dei commercianti di Wenzhou, non avrebbe mai pensato che una piccola cittadina sul mare potesse giungere a conquistare il mercato di Pechino.

"Wenzhou è la città del commercio per eccellenza, eppure la notizia degli investimenti degli suoi imprenditori ha stranamente meravigliato un po’ tutti. Piuttosto inspiegabile come reazione, considerando che siamo stati i primi cinesi a giungere in Europa e siamo tutt’oggi i più numerosi in occidente.", ha affermato un imprenditore di Wenzhou, da tempo anche insediato in Francia.

In Europa i primi cinesi arrivarono esattamente all’inizio del Novecento, e provenivano in gran parte proprio dal Zhejiang meridionale. Giunsero prima in Francia per prendere il posto degli operai francesi partiti per il fronte, poi si spostarono negli altri paesi europei. Alla fine del conflitto molti di loro decisero di restare in Europa e di stabilirsi in Francia, Germania, Olanda, Italia, dando inizio a catene migratorie che portarono, alla creazione della prima comunità cinese a Parigi nel periodo compreso fra le due guerre.

La maggior parte dei cinesi in Europa si dedicarono alla compravendita per poi creare botteghe, fabbriche fino alle grandi compagnie commerciali di oggi.

I commercianti di Wenzhou hanno così conquistato l’Europa, non è quindi tanto bizzarro che puntino gli occhi su Pechino e "perché no anche sul mercato di Shanghai e delle altre potenze commerciali cinesi", afferma scherzando l’imprenditore di Wenzhou.

Melinda Brindicci

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link