Nucleare: Cina accetta richiesta garanzie di Australia

a cura di:

Archiviato in
3 Aprile 2006

PECHINO: Il premier cinese Wen Jiabao ieri ha detto che la Cina è preparata ad accogliere le richieste avanzate dall’Australia sulle esigenze di custodia e protezione per l’uranio che sarà venduto a Pechino. L’Australia, che ha il 40 per cento delle riserve di uranio esistente nel mondo, ha accettato di rifornire la Cina per venire incontro alle sue necessità energetiche, a condizione che la Cina osservi rigorosi principi."Nella nostra cooperazione bilaterale dobbiamo stabilire una salvaguardia stabile e su base istituzionale", ha detto Wen durante il primo dei quattro giorni della sua visita a Perth, aggiungendo che i due governi firmeranno l’accordo per un pacifico uso dell’energia nucleare e per le tutele di essa. Wen incontrerà oggi a Canberra il primo ministro John Howard per la firma dell’intesa. L’Australia, prima di esportare uranio, chiede che i Paesi interessati abbiano firmato il Trattato di non proliferazione nucleare (Tnp) e abbiano accettato un patto con Canberra sulle misure di salvaguardia del minerale. La Cina progetta di costruire 40-50 centrali nucleari nei prossimi 20 anni. L’Australia possiede attualmente solo 3 miniere di uranio operative, di proprietà di BHP Billiton, Rio Tinto e General Atomics.

Ylenia Rosati