Nucleare: India, per Russia nessuna violazione regole

17 Marzo 2006

NEW DELHI: La Russia ha affermato ieri che la sua eventuale fornitura di uranio a una centrale atomica indiana non viola le regole internazionali, in particolare le linee-guida del Gruppo fornitori nucleari. "La fornitura non contraddice gli impegni internazionali", ha detto il premier russo, Mikhail Fradkov, in visita a New Delhi. "Abbiamo informato il Gruppo fornitori nucleari della fornitura di combustibile all’impianto energetico di Tarapur. Il Gruppo fornitori nucleari è un gruppo informale di Paesi, tra i quali Stati Uniti e Russia, che vieta ai suoi membri di fornire equipaggiamenti o combustibili nucleari a Stati che, come l’ India, non abbiano firmato il Trattato di non proliferazione nucleare (Tnp). L’unica eccezione si verifica qualora la carenza di combustibile rappresenti un rischio per il Paese e la Russia si è appunto rivolta al Gruppo fornitori invocando la clausola di eccezione per la sicurezza. Gli Stati Uniti sono a conoscenza della necessità urgente di combustibile per Tarapur, riferisce il Ministero degli esteri indiano in un comunicato. Fradkov e’ in visita di due giorni in India, per colloqui anche con il premier indiano Manmohan Singh sulla cooperazione in materia di nucleare civile.

Ylenia Rosati

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)