Nuove tasse, colpite anche bacchette dei ristoranti

a cura di:

Archiviato in: in
23 Marzo 2006

PECHINO: La Cina introdurrà nuove imposte sui prodotti in legno per salvaguardare il patrimonio boschivo del Paese, messo a dura prova dal prepotente sviluppo economico degli ultimi anni. Lo ha annunciato ieri il ministero delle Finanze di Pechino. Le imposte riguardano gli yacht, ma anche le bacchette usa-e-getta usate in tutti i ristoranti.

In un comunicato pubblicato sul suo website, il ministero ha spiegato che per le bacchette vengono usati ogni anno 1,3 milioni di metri cubici di legno. Tra gli altri prodotti soggetti ad un incremento della tassazione ci sarà, per la prima volta, il "baijiu", una grappa di riso molto popolare in tutta la Cina. Altri beni di lusso colpiti dal provvedimento, che entrerà in funzione all’ inizio di aprile, sono le automobili di alta cilindrata, gli orologi di marca e i prodotti per il golf. Le nuove imposte variano tra il 5% ed il 20 % del prezzo attuale dei prodotti. Il ministero non ha spiegato come i nuovi provvedimenti si concilino con la politica economica fino ad oggi seguito dal governo, tesa a stimolare i consumi interni per ridurre la dipendenza dell’ economia dalle esportazioni.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link