Nuovi impianti nella provincia dello Hunan produrranno energia senza emissione di biossido di zolfo.

a cura di:

Archiviato in: in
4 Giugno 2006

Sabato sono entrati in funzione i primi due generatori alimentati a carbone, in grado di produrre energia senza emettere anidride solforosa (biossido di zolfo). La China Huaneng Corp., ha dichiarato che questo tipo di impianti, potrebbe evitare l’emissione di questo tipo di gas fino a 10.000 tonnellate l’anno.

I due generatori hanno una capacità di 300.000 kw ognuno, e sono entrati in funzione a Yueyang, nella provincia dello Hunan, dopo una sperimentazione di 168 ore, è stato riportato dalla compagnia.

Questi tipologia di generatori, è la prima volta che viene utilizzata in Cina, un paese preoccupato dalle piogge acide causate da un pesante inquinamento atmosferico.

Sono le preoccupazioni climatiche che stanno spingendo negli ultimi anni Pechino, a rivedere la sua strategia di produzione energetica all’interno del paese, puntando in particolar modo su fonti alternative e carbone pulito.

Le nuove unità hanno avuto un costo di 2.47 miliardi di yuan (308 milioni di dollari USA).