Pakistan: Musharraf contrario al rallentamento delle trattative di pace con l’India

a cura di:

Archiviato in: in
19 Luglio 2006

ISLAMABAD: Il presidente pakistano Pervez Musharraf ha dichiarato ieri che il rallentamento nel processo di pace con l’India "finirà per fare il gioco dei terroristi". Nel corso di una riunione del Consiglio della Sicurezza Nazionale. Dopo gli attentati dell’11 luglio sui treni e presso delle stazioni a Bombay, che hanno causato 182 morti e 900 feriti, Nuova Deli ha richiesto delle discussioni bilaterali di alto livello che dovrebbe aver luogo questa settimana. Il premier indiano Manmohan Singh ha dichiarato il 14 luglio che glia autori degli attentati sarebbero stati sostenuti da "elementi dell’altra parte della frontiera", un chiaro riferimento al Pakistan che invece rifiuta l’accusa. Musharraf ha dichiarato che i due paesi potrebbero "pentirsi" di questa decisione di rallentare il processo di pace, lanciato nel gennaio del 2004.

"Se la parte indiana dispone di informazioni concrete sugli autori degli attentati, dovrebbe condividerle con il Pakistan affinchè si possa apportare il nostro aiuto nelle inchieste", ha aggiunto Musharraf. Tre sono state le guerre che hanno visto coinvolte India e Pakistan dal 1947 ad oggi.

Ylenia Rosati