Pechino controlla i “settori chiave”

19 Dicembre 2006

PECHINO: Ieri, per la prima volta, il governo cinese ha pubblicato la lista esplicita dei settori industriali "chiave" dove lo Stato dovrà mantenere "l’assoluto controllo": armamenti, generazione e distribuzione di energia, petrolio e petrolchimici, telecomunicazioni, carbone, aviazione e trasporto navale. "Lo stato deve giocare un ruolo da protagonista nei settori che costituiscono l’arteria vitale dell’economia e della sicurezza nazionali", ha dichiarato il presidente della State Assets Supervision and Administration Commission (SASAC), Li Rongrong. Nei prossimi anni, il numero delle imprese di proprietà dello Stato, attualmente 161, verrà ridotto a 80-100 tramite fusioni strategiche.