Pechino: presentato il manuale di comportamento per i tifosi dei Giochi.

17 Luglio 2008

PECHINO: Nel manuale — ribattezzato dalla stampa internazionale il Libretto rosso dei Giochi –, è fermamente proibito in primis "inveire contro gli arbitri, gli atleti e altro personale". Promessa tolleranza zero per qualsivoglia forma di scommessa relativa ai risultati delle competizioni, proibiti i sit-in, dimostrazioni, azioni di propaganda politica, religiosa o razionale, e manifestazioni eccetto quelle ‘autorizzate’ nei tempi, nei modi e nei luoghi stabiliti dal Partito. Brutte notizie anche per gli amanti delle coreografie: a Pechino sarà vietato l’ingresso negli stadi con strumenti musicali, trombette e fischietti, accendini o cerini, considerati armi pericolose in caso di agitazioni. Attenzione particolare è stata riservata anche alla ‘visuale’ degli spettatori, per i quali il Comitato ha fatto in modo di garantire una finestra sul terreno di gioco imponendo il limite massimo di 2 metri quadrati per bandiere o striscioni. Sarebbero proprio questi ultimi a meritare particolare attenzione da parte degli organizzatori, in quanto, come sostiene Huang Keying, "troppi manifesti riportanti lo slogan ‘Forza Cina’, per esempio, non sarebbero gentili nei confronti di atleti e tifosi delle altre nazioni". Meglio proibire allora, prevenendo così anche l’uscita di frasi ad effetto riguardanti minoranze, libertà di stampa, diritti umani e altri peccatucci poco in linea con il motto ‘One World one Dream’ scelto da Pechino per interpretare lo spirito olimpico. Proseguendo ancora tra i paletti, lo slalom giunge al divieto di ubriacarsi, denudarsi o assumere atteggiamenti che possano ostacolare il normale svolgimento delle gare. Fumata bianca invece per gli ombrelli e altri parasole (vietati ad Atene 2004), ritenuti necessari dal nutrito pubblico cinese, per il quale è meglio evitare il "contatto con la luce accecante del sole".

Se ancora ci fossero dei dubbi tra i tifosi, o nel caso in cui il ‘manuale’ non fosse reperibile, il Comitato organizzatore ha istituito un servizio telefonico dedicato al 1065800079, grazie al quale è possibile ricevere immediatamente il fascicolo riportante i ‘comandamenti’ del buon tifoso.

Link Correlati

Emanuele Confortin