Piano di rilancio economico per Singapore, partendo da educazione e sviluppo

a cura di:

Archiviato in: in
9 Settembre 2008

SINGAPORE

NATIONAL DAY RALLY: discorso del Primo Ministro Lee Hsien Loong ai cittadini di Singapore.

Ogni anno in occasione della festa nazionale, il Primo Ministro rivolge un discorso trasmesso a reti unificate in cui fa un’ analisi della situazione della nazione e illustra i programmi governativi dell’anno seguente.

Gli argomenti trattati quest’ anno sono stati: l’aumento dell’inflazione, il calo demografico, l’edilizia pubblica, i media e nuovi media.

Lee Hsien Loong ha iniziato il suo discorso puntando sull’economia, argomento che era stato trattato superficialmente gli anni passati dati gli ottimi risultati ottenuti.

La crisi finanziaria americana e il ristagno dell’economia UE hanno avuto ripercussioni sulle economie asiatiche e anche su Singapore. Gli esperti dicono che questa crisi durerà almeno un altro anno.

Nel primo semestre Singapore ha iniziato ad accusare i primi colpi: gli ordini alle manifatture stanno diminuendo, meno turisti viaggiano per l’aumento delle tariffe aeree, le esportazioni diminuiscono e negozianti e ristoratori notano un calo nella vendita al dettaglio, i singaporiani stanno più attenti a spendere il loro denaro.

Quest’anno la crescita sarà intorno al 5%, valore comunque altamente positivo ma nonostante ciò il PM mette in guardia i suoi concittadini dicendo che il governo sta’ prendendo delle misure per prepararsi ad affrontare i prossimi anni.

I Singaporiani hanno visto ultimamente crescere l’inflazione con percentuali anche del 7% dovute soprattutto all’aumento del costo del petrolio, dei suoi derivati, delle materie prime e del cibo.

I salari dati i buonissimi risultati economici sono incrementati, ma questo aumento di potere di spesa é stato in pratica annullato dall’aumento dei costi fissi. Il Governo quindi ha cercato un modo per aiutare i singaporiani ad affrontare questo momento: c’è disponibile un surplus di 300 BN SGD delle entrate fiscali che sarà ridistribuito per sostenere le fasce con un reddito inferiore.

Anche per la classe media saranno adottate misure per alleggerire le famiglie dei costi gravosi dell’educazione dei figli: sono state istituite numerose borse di studio per l’università e altre misure saranno prese in favore della scuola. Sempre per aiutare le famiglie della classe media le tasse saranno tenute basse per i redditi medi con aliquote più basse di Hong Kong. Quest’anno le aliquote verranno ritoccate con sgravi ancora maggiori.

Un argomento al quale e’ molto sensibile la classe media singaporiana e’ l’automobile e la tassazione legata al possesso e alla circolazione dei veicoli.

La politica pubblica e’ cambiata, ha annunciato il Ministro, dimostrando con l’ausilio di grafici proiettati alle sue spalle, i vari aumenti de pedaggi ERP che si pagano per accedere ad alcune zone della città. Al fine di rendere i costi sostenibili ed avere le medesime entrate statali, Lee Hsien Loong mostra che nel 2000 le entrate ricavate dalle tasse automobilistiche sono state 6.1 BN SGD e ERP 80 MN SGD e c’erano alle epoca 323.000 possessori di automobili. Abbassando le tasse di proprietà oggi le cifre sono queste: 3.48 BN SGD di tasse, ERP 160 MN SGD e 430.000 possessori di auto.

Sempre nel 2000 una Toyota Corolla 1.6 costava 110.000 S$ oggi 2008 ne costa 64.000.

Quindi le tasse nel suo insieme sono diminuite, ma lo stesso ministro afferma che in una realtà come Singapore non e’ sostenibile che ogni famiglia possegga un’automobile come succede negli U.S.A.. L’impegno e’ invece di offrire a tutti i cittadini un servizio rapido ed efficiente di trasporto pubblico, i treni della metropolitana sono stati aumentati in modo che le attese durante l’ora di punta siano di soli pochi minuti, una nuova linea sotterranea e’ in via di completamento e i mezzi di superficie sono stati migliorati.

Un altro problema molto sentito è quello della casa e nell’ultimo periodo è aumentata la richiesta per alloggi pubblici in affitto. Il Ministro dichiara che saranno prese misure a sostegno delle famiglie come esempio porta una famiglia composta da 2 genitori anziani e un figlio adulto che lavora e un appartamento in affitto di 3 stanze, a questa famiglia lo Stato da circa 5.000 dollari annui di sussidio, invece ad una famiglia composta da 2 genitori che lavorano e 2 bambini con una casa di 5 stanze il governo da un contributo di 3.400 dollari all’anno. Questi contributi avranno un aumento da Ottobre di un ulteriore 15%. Gli aiuti del governo però non risolveranno in toto questi problemi di innalzamento del costo della vita e quindi, per far fronte alle nuove sfide bisogna che Singapore continui a lavorare, a produrre e a tenere alta la propria economia ed il proprio livello di vita.

"Come facciamo a migliorare la nostra società?" domanda il Ministro.

"Per migliorare l’ambiente in cui viviamo dobbiamo elevare i nostri standard di Paese Gentile, non multando più i maleducati ma continuando a migliorarci soprattutto in vista di alcuni degli importanti eventi che saranno ospitati a Singapore, il GP Formula 1 di Settembre e i Giochi Olimpici della Gioventù del 2010. Durante le Olimpiadi in Australia ho avuto modo di apprezzare l’accoglienza data agli ospiti stranieri che ha reso tale evento estremamente piacevole, abbiamo avuto anche un ottimo esempio dal popolo cinese che ha fatto un grande sforzo per migliorarsi in vista dell’appuntamento olimpico. Per mesi ogni 11 del mese ( numero che rappresenta due persone vicine) venivano fatte esercitazioni per imparare a stare in coda e ogni 22 (numero che rappresenta 2 seggiole vicine ) esercitazioni per cedere il proprio posto, 100.000 volontari si sono mobilitati per le Olimpiadi Cinesi.

La prima edizione dei Giochi Olimpici della Gioventù si terrà a Singapore, il Comitato Olimpico ha lavorato molto bene per ottenere la designazione ma ora tocca a tutti i Singaporiani dimostrare che ne siamo all’altezza.

Dobbiamo rendere Singapore un ambiente gentile e piacevole soprattutto per noi stessi e per i nostri figli".

Stanno costruendo una Singapore migliore per se stessi e i propri figli, ma il tasso di fertilità si sta’ abbassando ogni anno di più.

Nel 1960 la media era di 6 figli per donna, nel 1975 di 2.5 e oggi 2008 1.3

Lo stesso sta’ accadendo in tutti gli altri paesi asiatici, più sale il tenore di vita, l’educazione e l’occupazione femminile più si abbassa il tasso di natalità.

Varie misure come BABY BONUS sono state adottate negli anni scorsi ma hanno sortito poco effetto. La maternità deve essere riconsiderata e il ruolo delle madri lavoratrici và rivalutato a livello sociale.

Il governo incoraggia le giovani coppie a sposarsi, facilitando gli incontri anche attraverso agenzie pubbliche SUS (per i laureati) SDS (per i non laureati) che verranno accorpate in una sola da quest’anno aumentando le possibilità di

incontro affinché più’ coppie si formino e si sposino.

Le politiche a favore della famiglia hanno ottenuto grandi incentivi:

1- Campagne per aumentare il coinvolgimento dei padri nell’accudimento pratico dei figli (tradizionalmente di esclusiva competenza femminile).

2- I permessi lavorativi per la cura dei figli passeranno da 2 a 6 giorni all’anno.

3- Deve cambiare l’atteggiamento dei datori di lavoro verso le madri lavoratrici facilitando a quest’ultime il loro doppio ruolo.

4- La licenza maternità passerà da 12 a 16 settimane, queste 4 settimane in più, saranno a carico del governo e potranno essere prese nei primi 2 anni di vita del bambino.

Il Primo Ministro propone una nuova visione che riguarda la sfera più personale: bisogna ripensare alla propria vita non solo da un punto di vista lavorativo ma come essere umano completo, bisogna che ogni Singaporiano tenga conto nella propria sfera personale dello studio, del lavoro, della famiglia al fine di avere vissuto un’ esistenza completa.

Sempre consultandosi con gruppi di donne e ascoltando la loro esperienza il Governo ha in previsione di aumentare il numero e la qualità degli asili nido.

C’e’ anche una grande richiesta di posti per la scuola materna, che verranno implementate.

Molti genitori si lamentano che i loro figli sono stressati dal sistema scolastico, ma e’ la stessa mentalità asiatica orientata al lavoro duro e al migliorarsi che spinge i genitori a pretendere molto dai figli.

Bisogna comunque seguire la natura e i talenti dei ragazzi e orientarli

secondo le proprie inclinazioni, raccomanda il Ministro.

Il Ministro affronta poi argomenti che riguardano internet e il nuovo modo di comunicare annunciando che saranno approntati degli Speeking corners vicino ad alcune fermate della metropolitana dove chiunque potrà liberamente esprimere il proprio pensiero (resta vietata solo la discriminazione razziale e religiosa).

dalla nostra corrispondente Fabiana Podreider Lenzi

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link