Premier cinese appoggia sviluppo energia nucleare indiano

a cura di:

Archiviato in: in
30 Marzo 2006

CANBERRA: La Cina appoggia i progetti per lo sviluppo dell’energia nucleare a scopo pacifico ma chiede ai Paesi con armi nucleari di onorare gli obblighi previsti dal Trattato di Non Proliferazione (Tnp), ha dichiarato oggi il premier Wen Jiabao. "L’India è un nostro vicino e non ci opponiamo ai suoi progetti di sviluppo pacifico dell’energia nucleare né alla sua collaborazione con altri Paesi", ha dichiarato Wen in un’intervista con il quotidiano The Australian. Il Tnp obbliga i 5 paesi con armi nucleari — Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna, Francia e Cina — a non trasferire armi o tecnologia nucleare ai Paesi non firmatari del Trattato. La Cina ha siglato il Tnp ma l’India no. Entrambe volgiono comprare uranio dall’Australia, perché hanno bisogno dell’energia nucleare per alimentare le loro economia in forte crescita. L’Australia possiede più del 40% delle riserve di uranio note al mondo. Ma l’Australia pone delle condizioni all’esportazione del suo uranio: richiede innanzitutto la firma del Trattato di non proliferazione e dell’accordo di salvaguardia bilaterale. Cina e Australia sperano di frmare tale intesa in occasione della visita di Wen a Canberra lunedì. L’India ha firmato questo mese un altro accordo con gli Stati Uniti, secondo cui New Delhi accetta di tenere separati gli impianti nucleari ad uso militare da quelli a scopi civili nonché aprire le sue centrali alle ispezioni, in cambio di tecnologia e rifornimento nucleare. Il premier australiano John Howard ha riferito di appoggiare l’accordo americano con l’India e di voler inviare dei funzionari a New Delhi per sondare la situazione, ciononostante l’Australia non intende cambiare la sua politica sul commercio dell’uranio. Wen ha anche rivelato che Pechino è in trattativa con Washington per una cooperazione sull’energia nucleare, ma non ha fornito ulteriori dettagli. "E’ vero che ci sono delle differenze tra Cina e America, ma non sono di natura antagonistica. Cina e Stati Uniti hanno molti interessi in comune", ha riferito Wen al quotidiano The Australian a Pehcino e ha aggiunto "Dovremmo risolvere le differenze attraverso dialogo e consultazione su base egualitaria, assicurando così una sana e stabile crescita dei rapporti tra Cina e America. Sono molti i settori in cui Cina e America possono collaborare come la Corea del Nord, le ambizioni nucleari dell’Iran, il Medio Oriente, la lotta al terrorismo e la non proliferazione nucleare.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link