Rialzo del Pil cinese: raggiungerà il 9 per cento

a cura di:

Archiviato in: in
5 Aprile 2006

PECHINO: "Il Pil cinese salirà ancora. Nell’anno corrente raggiungerà il 9 per cento, ossia si verificherà un aumento dell’1 per cento rispetto alle stime date dal governo, durante l’Undicesimo Piano Quinquennale." Lo ha annunciato oggi il direttore della Chinese Statistics Bureau Qiu Xiaohua.

Le previsioni stimate dal governo tendevano evidentemente ad una razionalizzazione dei numeri, mirata proprio a far sì che i governi locali potessero controllare gli investimenti il più possibile rientrando nelle cifre dei programmi. Tale politica ha indotto il governo a fissare la percentuale del prodotto interno lordo dell’anno 2006 all’8 per cento.

A distanza di pochi mesi dalla sessione politica, i governi di 31 province hanno annunciato un aumento del pil per l’anno 2006 di un valore medio del 10.1 per cento, di valore minimo dell’ 8.5 per cento e massimo del 13 per cento. Il controllo dei valori del prodotto interno lordo resta una delle maggiori difficoltà del governo cinese.

Secondo quanto dichiarato dal direttore Qiu Xiaohua, la politica di controllo del valore del pil promossa dal governo, sebbene non abbia portato evidenti risultati in tempi brevi, assicura un suo controllo definitivo a lungo termine.

Dalle stime risulta infatti che gli investimenti compiuti nell’anno 2005 hanno raggiunto 20 mila miliardi di rmb, cifra che verrà smaltita nel giro di tre anni, rendendo quindi lentamente possibile il controllo del governo sul pil.

Melinda Brindicci