Riforme valuta. Non diamo tutta la colpa alla Cina: Zoellick

a cura di:

Archiviato in: in
19 Aprile 2006

PECHINO: Le riforme della valuta cinese sono ‘estremamente lente’ ma gli Stati Uniti non dovrebbero accusare gli altri per i loro problemi, ha dichiarato il segretario di Stato americano Zoellick.

"La Cina dice il vero…Il direttore della Banca Popolare fa intendere che ci si sta muovendo nella giusta direzione", ha aggiunto Zoellick, ex commissario al Commercio americano, in una serie di dichiarazioni all’Istituto di Economia Internazionale circa le aspettative per l’incontro di giovedì alla Casa Bianca tra il presidente cinese Hu Jintao e quello americano G.W.Bush.

Zoellick ha sottolineato che l’obiettivo di Pechino è "muoversi verso un tasso di cambio flessibile.. la questione è l’applicazione di questo piano e i tempi necessari per farlo." Zoellick ha inoltre anche affermato che è nell’interesse della stessa Pechino sciogliere i dubbi del Congresso circa la sua politica sulla valuta e la sua apertura al commercio estero, ma allo stesso tempo non è giusto fare della Cina un capro espiatorio per i problemi quali il record del deficit commerciale americano.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link