Salvataggio per la China Aviation Oil

a cura di:

Archiviato in: in
7 Marzo 2006

PECHINO: A causa dello scandalo che ha colpito la CAO (China Aviation Oil), nel novembre del 2004 con speculazioni che portarono la compagnia a chiedere protezione direttamente in tribunale, uno dei dirigenti della compagnia è stato incarcerato.

A seguito dello scandalo se ne à decisa la ristrutturazione e ieri è stato reso noto il nome degli investitori.

Parteciperà con un quota del 20% British Petroleum, mentre la Temasek Holding, di Singapore avrà il 4.65%, la CAOHC (China Aviation Oil Holding Co) una società vicina alla CAO investirà 130 milioni di $ pari ad una quota del 51%. Il resto verrà diviso equamente tra altri piccoli investitori.

Malgrado lo scandalo finanziario, il più grave da quello del 1995 che coinvolse la British merchant Bank Barings e che la condusse al collasso, il 90% degli investitori si mostra fiducioso nella ripresa dell’azienda.

Marianna Sacchini

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link