San Paolo Imi – China Development Bank: nasce fondo Mandarin

a cura di:

Archiviato in: in
15 Settembre 2006

CANTON: Un’iniziativa per "aiutare le imprese italiane che vogliono venire in Cina e quelle cinesi che vogliono venire in Europa e in particolare in Italia". Il direttore generale di San Paolo – IMI, Pietro Modiano, annuncia così da Canton, dove si sta svolgendo la terza fiera delle PMI (piccole e medie imprese), la nascita del fondo Mandarin, che vede il gruppo bancario torinese (in procinto di fondersi con Banca Intesa) tra i principali investitori italiani. Il maggior finanziatore e sponsor cinese sarà invece la China Development Bank. Saranno soprattutto le piccole medie imprese a beneficiare di questo fondo di private equity, che permetterà dunque alle aziende di investire e delocalizzare evitando di mettere a rischio una grossa fetta del proprio capitale. L’ammontare complessivo dell’affare si aggira sui 250 milioni di euro, sottoscritti al 30% sia dalla China Development Bank che da San Paolo — IMI, che ha previsto un investimento iniziale di 75 milioni.

Raffaella Serini

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link