Sanzioni commerciali Usa contro Cina, “un errore colossale”

a cura di:

Archiviato in: in
13 Luglio 2006

L’imposizione di sanzioni commerciali da parte dell’America alla Cina per la presunta "manipolazione della valuta" sarebbe "un colossale abbaglio politico", sostiene la Cina. Secondo degli studi, le importazioni dalla Cina sarebbero la causa principale della perdita di molti posti di lavoro in America. Gli Usa continuano a chiedersi se la Cina abbia usato o meno il suo tasso di cambio fisso per ottenere dei vantaggi commerciali ‘sleali’. Un rapporto del governo americano a maggio ha smesso di definire Pechino "manipolatrice della valuta", ma accusa lo stesso la Cina di "aver fatto pochi progressi" riguardo i tassi di cambio. Tuttavia, c’è chi sostiene che le importazioni dalla Cina non abbiano avuto un grosso impatto sui produttori americani perché hanno preso il posto di quelle da altri Paesi incluso Giappone, Corea del Sud, Singapore e Malesia.