Seoul ancora sui nuovi massimi sopra quota 1900

a cura di:

Archiviato in: in
16 Luglio 2007

SEOUL: Lunedì positivo per la borsa di Seoul che ha archiviato la seduta di inizio settimana con 0,68% a 1949,51 punti, una galoppata iniziata lunedì scorso dai 1,861.01 punti, risultato da cui il Kospi ha mosso e aperto la nuova settimana di contrattazioni.

Questo forte sentiment positivo segna anche la seduta di Martedì con la borsa si Seoul che giunge perfino a toccare i 1.895,27 punti poi limati a 1,883.59 (+1,2%) sulle prese di profitto. Le utility del gas e dell’energia elettrica guadagnano il 3% di media e il monopolista Korea Electric Power addirittura il + 4.4%. Tra le blue chips da segnalare SK Telecom spinta dalle voci per cui potrebbe fare un’offerta sulla americana Sprint Nextel,. In evidenza anche Posco (+ 2.6%), Hyundai Heavy Industry (+ 1.1%) , Samsung Heavy Industries e Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering (+ 4.6% e +5.8% rispettivamente). Titoli finanziari sugli scudi grazie alle prospettive di migliori guadagni mentre Giovedì si riunisce la banca centrale e ci sono attese di un rialzo dei tassi: Kookmin Bank, sale del 1.7%, Shinhan e Woori Financial Group in territorio positivo del 3.6 e 2.3% rispettivamente.

Segnali diversi giungono dalla seduta di mercoledì che si fa deprimere dai timori che i problemi persistenti nel segmento subprime americano – cui il dollaro ha reagito andando a picco – si spalmino su tutta l’economia. L’indice Kospi riesce comunque a limitare i danni , e a portare a casa un 0.6% a 1,894.53 punti. Kepco (i.e. Korea Electric Power) continua la sua crescita a + 2.1%. Bene I titoli della telefonia cellulare con SK Telecom e KTF a + 4.2 e 4.7% rispettivamente. Sempre con segno positivo Hyundai Heavy Industries (+ 3.6%) e Doosan Heavy Industries (+ 5.7%). A stonare il paniere dell’elettronica con Samsung Electronics su tutti, in perdita dello 2,2% sulle prese di beneficio.

Giovedì rappresenta la classica seduta fisiologica dove il mercato generalmente riprende fiato dopo otto giorni di rally . Kospi a 1,889.96 punti (-0,2%) pur avendo toccata quota 1900 a metà giornata di contrattazioni. Male Kookmin Bank che arretra del 3% dopo aver manifestato scarso interessa per l’acquisizione di SK Securities, e Samsung Securities (- 2%) che paga la notizia che il governo coreano ha invitato le aziende del comparto a ridurre le commissioni sulla gestione dei fondi. Torna a crescere Samsung Electronics e Hynix Semiconductor (+1 e +1.3% rispettivamente) .

Chiusura di settimana con l’azionario dell’area Asia-Pacifico in rialzo a nuovi massimi, dopo che Wall Street ha chiuso una seduta da record, grazie alle nuove operazioni di M&A e ai segnali positivi dalle vendite al dettaglio. Gli acquisti generalizzati hanno portato molti mercati a toccare i nuovi massimi storici, l’indice regionale MSCI sale dell’1,58% a nuovi livelli record.

Il Kospi chiude a la seduta a +2,8% registrando una nuova performance record (inanellando il quarantuduesimo massimo del benchmark per quest’anno), sotto la forte spinta di Samsung Electronics, che guadagna il 6,35% su voci di una possibile offerta sulla società dei microchip e su buone prospettive per la seconda metà dell’anno. Vola anche Posco a +9,8% grazie a un secondo trimestre in crescita, così come Hyundai Steel (+4.3%) e Daehan Steel (+11.4%).

Angelo Toscano

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link