A Shanghai Segretario di Partito dimesso per corruzione

a cura di:

Archiviato in: in
25 Settembre 2006

SHANGHAI: Il segretario del Partito Comunista di Shanghai, Chen Liangyu, è stato dimesso dalla carica e dal Politburo — Consiglio del Partito Comunista Cinese – in seguito alla scoperta del suo coinvolgimento in casi di corruzione, ha riportato l’agenzia di Stato Xinhua. Mr. Chen, 60 anni, è stato temporaneamente sostituito dal sindaco di Shanghai, Han Zheng. Il funzionario avrebbe sottratto al fondo pubblico delle pensioni almeno 10 miliardi di renminbi — circa 1,2 miliardi di dollari — utilizzandoli per prestiti illegali e investimenti nel settore immobiliare. Il licenziamento di membri senior del Partito Comunista è un evento raro in Cina: l’ultima volta si era verificato a metà degli anni novanta, con l’incarcerazione del segretario del Partito Comunista di Pechino, Chen Xitong.