Shanghai Tower: entro il 2014 sara’ il nuovo simbolo dello sviluppo della Cina

a cura di: Lorenzo Riccardi

Archiviato in: in
Screen Shot 2012-12-14 at 2.24.30 PM

La Shanghai Tower, con un’altezza di 632 metri e 128 piani, verra’ completata entro il 2014 e sara’ l’edificio piu’ alto della Cina. Localizzata nel distretto finanziario di Pudong, la mega torre conterrà una vera e propria città, con 550.000 metri quadrati di appartamenti, uffici, hotel, ristoranti, cinema e locali. La Shanghai Tower sarà la seconda più alta al mondo, dietro soltanto alla Buri Khalifa a Dubai, che raggiunge 828 metri. L’appalto per la costruzione e’ stato vinto da Gensler, multinazionale nel campo dell’energia, dopo una dura competizione con diversi studi di architettura provenienti da tutto il mondo.

La realizzazione del nuovo grattacielo di Shanghai costituisce uno dei progetti, attualmente in costruzione, più importanti mai realizzati dal team di professionisti di Gensler, una sorta di città verticale racchiusa in una spirale vetrata. A differenza delle torri costruite fino ad ora, orientate solo all’innovazione tecnologica, i progettisti della Shanghai Tower hanno deciso di puntare sull’efficienza energetica della struttura riportando al centro dell’attenzione l’essere umano. Una volta ultimata, infatti, la torre ospiterà oltre 20.000 lavoratori, inserendosi nel cuore del quartiere finanziario internazionale della città cinese. E’ questa la chiave di lettura del grattacielo di Gensler, efficienza tecnologica inserita in un contesto a misura d’uomo. Il nuovo grattacielo sara’ completato a fianco della Jin Mao Tower e del word Financial Center; il complesso delle tre torri, deciso in un piano urbanistico del 1993 dovra’ rappresentare il passato, il presente e il futuro della metropoli asiatica.

Shanghai prosegue il suo processo di sviluppo urbano: ogni zona della città ha una crescita verticale, con cantieri e costruzioni in ogni distretto in costante movimento. La Shanghai Tower sara’ la nuova immagine della metropoli che la Cina ha eletto simbolo del proprio sviluppo

Lorenzo Riccardi – Dottore commercialista, Shanghai
lr@rsa-tax.com – RsA Asia

 

 

Lorenzo Riccardi

Lorenzo Riccardi

Insegna fiscalità asiatica presso Shanghai Jiao Tong ed è Adjunct Associate Professor alla Xian Jiao Tong Liverpool University. Si è specializzato in fiscalità internazionale all'IBFD di Kuala Lumpur e nel 2016 ha conseguito una borsa di studio per un progetto di dottorato di ricerca sulle economie del Far East presso Shanghai University. E’ segretario dell’Associazione degli Accademici italiani in Cina ed e’ stato ammesso come International Associate dell’American CPA Association, membro di Australia CPA, dell'Ordine dei Dottori Commercialisti, del Registro dei Revisori in Italia e International Affiliate dell’Hong Kong Institute of CPAs. Vive e lavora a Shanghai, dove si occupa di diritto commerciale e tributario, seguendo gli investimenti stranieri in Cina e Sud Est Asiatico. Ha ricoperto ruoli nella governance di istituzioni e gruppi societari, tra cui Giorgio Armani, Trussardi e Pomellato. E' socio dello Studio di consulenza RsA (www.rsa-tax.com), specializzato in Asia e paesi emergenti e ha ricoperto ruolo di Board Director della Camera di Commercio Italia-Vietnam, della Camera Italiana in Cina e di Chief Representative di Unimpresa a Shanghai. Ha pubblicato per Il Sole 24Ore Guida alla fiscalità di Cina, India e Vietnam, per Maggioli Editore cura le guide dei paesi dell’Asia Orientale e per Wolters Kluver è il responsabile della banca dati Asia. E’ membro del comitato scientifico di Corriere Asia e Fiscalità Estera. Per l’editore Springer cura una collana di testi su temi in ambito contabile e fiscale legati alla Cina e i suoi testi sono stati pubblicati in lingua italiana, cinese, portoghese ed inglese. Contatti: Website / LinkedIn

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link