Studiosi e ricercatori italiani a Tokyo: Il Giappone nei temi del presente: economia, politica e società

a cura di:

Archiviato in: in
Studiosi e ricercatori italiani a Tokyo: Il Giappone nei temi del presente: economia, politica e società

1 Luglio 2008

TOKYO: E’ fissata per l’11 luglio 2008 presso l’Institute of Italian Studie della Waseda University a Tokyo il terzo ciclo di lezioni della rassegna intitolata "manabu" (apprendere). Dal giornale di studio di dottorandi, borsisti e ricercatori italiani in Giappone, un’occasione per riflettere sul Giappone contemporaneo. Un appuntamento che vede protagonisti nomi importanti del panorama accademico italiano e che testimonia l’attendibilità l’attenzione che istituti e università italiane ricevono in Giappone.

Nell’incontro di Waseda saranno trattati alcuni problemi cruciali per i processi di trasformazione del Giappone di oggi, con gli strumenti di analisi delle scienze sociali. Le due sessioni affiancheranno ricercatori già affermati a giovani studiosi allo scopo di creare un tavolo permanente di discussione sui temi della contemporaneità.

L’evento promosso nella sua terza sessione dall’Institute of Italian Studies dell’Università Waseda, raccoglie il patrocinio dell’ Ambasciata di Italia in Giappone e dell’Istituto Italiano di Cultura e sarà presieduto dal Prof. Corrado Molteni (Attaché accademico e culturale dell’Ambasciata d’Italia in Giappone) e dal Prof. Junji Tsuchiya e dal Prof.Hideko Magara dell’Università Waseda.

Questo incontro rientra come terzo appuntamento nelle giornate di studio promosse dall Scuola Italiana di Studi sull’Asia Orientale (Italian School of East Asian Studies, ISEAS. Diretta dal Prof Silvio Vita, la Scuola è aperta a studenti dei corsi di laurea specialistica, dottorandi e studiosi che conducono ricerche sulle culture dell’Asia Orientale antica e moderna. In questo appuntamento gli studiosi italiani convergeranno le loro attenzioni e le loro ricerche nel fornire un’istantanea del sistema Giappone nei caratteri economici, sociali e politici. Particolare attenzione verrà riservata alla riflessione sulle ultime riforme strutturali del Paese, inerenti al sistema finanziario e commerciale, soprattutto in relazione al progetto d’internazionaizzazione del Giappone nel confronto con le principali economie mondiali.

La Scuola Italiana di Studi sull’Asia Orientale è stata fondata nel 1984 come sezione di studi all’interno dell’Istituto Italiano di Cultura di Kyoto, un luogo d’incontro per gli studiosi di scienze umane e sociali provenienti da Europa e Nord America così come da altre regioni del mondo. Dal 2001, oltre che dal Ministero degli Affari Esteri, essa è sostenuta dall’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (Is.I.A.O.) e dall’Università degli Studi di Napoli "L’Orientale"

Temi quali il decentramento fiscale, i cambiamenti nel sistema lavorativo, la riforma della giustizia saranno al centro del dibattito accademico, così come questioni di sicurezza nazionale, politica estera e di corsa energetica. A seguire per i lettori di Corriere Asia, il programma nel dettaglio.

PROGRAMMA

10:00-10:15 Presentazione dell’incontro.

Silvio Vita, Direttore della Scuola Italiana di Studi sull’Asia Orientale

–SESSIONE I–

10:15-10:45 Junji Tsuchiya (Università Waseda)

Realtà ed identità ibride in Giappone.

10:45-11:15 Hideko Magara (Università Waseda)

Cambiamenti politici e varietà dei capitalismi: la transizione del regime politico-economico giapponese negli anni ’90 come origine delle riforme strutturali odierne.

11:15-11:45 Pietro Ginefra (Banca d’Italia)

Il Giappone tra opportunità e rischi economici e finanziari.

11:45-12:15 Ludovico Ciferri (Istituto Superiore Mario Boella, Torino)

Infrastrutture e crescita: il modello giapponese.

–SESSIONE II–

13:30-14:00 Corrado Molteni (Università degli Studi di Milano)

Presentazione della sessione con alcune riflessioni sulle tendenze negli studi di economia in Giappone.

14:00-14:20 Alessio Patalano (King’s College, Londra)

A guardia del "Mediterraneo d’Oriente": strategia e sicurezza nazionale in Giappone.

14:20-14:40 François Rollier (The Factory Consulting)

Il lavoro nel Giappone di oggi: verso un modello anglosassone?

14:40-15:00 Andrea Ortolani (Università Statale di Tokyo)

La riforma della giustizia in Giappone e la partecipazione dei cittadini al processo penale.

15:15-15:35 Andrea Revelant (Università Waseda)

Decentramento fiscale nel Giappone contemporaneo: bilancio di 15 anni di riforme.

15:35-15:55 Giulio Pugliese (Johns Hopkins University)

Politica estera giapponese verso la Cina: conferma del paradigma "realista neoclassico"?

15:55-16:15 Chiara Terragni (Università degli Studi di Milano)

La questione energetica sino-giapponese nel Mare Cinese Orientale: sviluppi e prospettive.

16:15-16:35 Roberto Carminati (Università Keio)

Considerazioni sul neo-nazionalismo giapponese contemporaneo: Kobayashi Yoshinori e il "Manifesto dell’arrogantismo".

L’incontro è aperto al pubblico

Università Waseda (Toyama Campus)

1-24-1, Toyama, Shinjuku-ku, Tokyo

Metropolitana: Linea Tozai, stazione "Waseda" (uscita 2)

Per informazioni rivolgersi alla

Scuola Italiana di Studi sull’Asia Orientale

(Italian School of East Asian Studies, ISEAS)

Tel. 075-751-8132 Fax 075-751-8221 / E-mail iseas@iseas-kyoto.org

Paolo Cacciato