Taiwan: L’affermazione di Chen Shui-Bian si scontra con la volonta’ del popolo

a cura di:

Archiviato in: in
2 Febbraio 2006

Il presidente taiwanese Chen Shui-bian, in occasione del Capodanno cinese (29 gennaio), ha affermato di voler considerare seriamente l’eliminazione del Consiglio dell’unità nazionale, in quanto obsoleto, e ripresentarsi alle Nazioni Unite non più come Repubblica di Cina ma come Taiwan. Ha ventilato anche la possibilità di elaborare in un anno una nuova costituzione attraverso un referendum per testare la "coscienza taiwanese". "Questa sua osservazione è un chiaro tentativo d’invertire il corso della storia nonchè una seria violazione degli impegni da lui presi nel 2000 e 2004 sostenendo la politica dei 5 no, ovvero non modificare il titolo ufficiale di Taiwan, non dichiararne l’indipendenza, non inserire la teoria dei "due paesi" nella costituzione o abolire il Consiglio di unità nazionale e le sue linee guida", riferisce Yu Keli, direttore dell’Istituto per gli studi su Taiwan presso l’Accademia delle scienze sociali di Pechino al periodico China Daily. "Ciò va contro la volontà del popolo cinese di promuovere le relazioni tra Cina e Taiwan salvaguardando la pace e stabilità interna.", sottolinea ancora Yu e aggiunge "la Cina si opporrà a Chen e la comunità internazionale non lo sosterrà". La Cina, infatti, dopo la separazione avvenuta all’indomani della guerra civile nel 1949 considera Taiwan come parte del suo territorio. Pechino ha ripetutamente minacciato di invadere l’isola se si proclama formalmente indipendente e ha emanato, a tal fine, una legge anti-secessione nel marzo dello scorso anno. In risposta alle osservazioni di Chen, gli Stati Uniti hanno assicurato che la loro politica nei confronti di Taiwan non muterà. "Gli Stati Uniti non sostengono l’indipendenza di Taiwan e si oppongono a qualsiasi cambiamento unilaterlae dello status quo da emtrambe le parti, Pechino o Taiwan", queste le parole del Dipartimento di Stato americano nel corso di un briefing tenutosi lunedì.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link