Tata Lancia Nano, la prima macchina low cost

a cura di:

Archiviato in: in
31 Marzo 2008

NEW DELHI: Il Presidente del Gruppo Tata, Mr. Ratan, posa con la nuova macchina ‘Nano’, durante il lancio dell’auto in India, avvenuto a New Delhi il 10 gennaio 2008.

Il Gruppo Tata Motors Ltd, leader in India nel mercato degli autoveicoli ha presentato la sua nuova auto low cost, garantendo che la Nano sarebbe stata lanciata sul mercato entro il 2008.

Il Presidente Ratan Tata, durante l’AutoExpo tenutosi nella capitale indiana lo scorso gennaio, ha dichiarato che il prezzo della macchina non supererà le 100,000 rupie ($2,500 o €1700), come già aveva preannunciato 5 anni prima, nonostante i prezzi delle materie prime siano cresciuti notevolmente. ‘Questo perché una promessa è una promessa’ ha detto Tata.

La macchina, ha la carrozzeria di plastica a 5 porte, un telaio tubolare e un motore bicilindrico di origine motociclistica di 624 cc da 30 Cv, tarato per non superare i 70 Km/h. "Perché produrre qualcosa che vada più forte – spiegano con malizia gli ingegneri indiani – se poi i clienti in città molto difficilmente superano questa velocità?".

Lunga 3,1 metri, larga 1,5 e alta 1,60, questa Tata ha poi la trazione sulle ruote posteriori ma fra i colpi di genio degli uomini Tata c’è anche una sorta di nuova filosofia costruttiva: "Quello che non c’è non si rompe" teorizzò Henry Ford inventando con il Modello T la prima auto affidabile del mondo, "Quello che non c’è non pesa" raccontò poi Colin Chapman, papà delle Lotus di F1 che grazie alla leggerezza riuscirono a sconfiggere le Ferrari. E "Quello che non c’è non costa" sembrano voler dire al mondo intero gli indiani, dando in qualche modo una dura lezione a tutti gli altri costruttori automobilistici del mondo, in grado ormai di sfornare solo auto ricchissime di accessori.

Fonte Ufficiale: Yahoo India by Mercedes Lopez