Terzo casinò a Macao per PBL

a cura di:

Archiviato in: in
30 Ottobre 2006

MACAO: Publishing and Broadcasting Limited (PBL), uno dei maggiori gruppi mediatici australiani, e il suo partner di Hong Kong Melco acquisteranno per 260 milioni di dollari la terra destinata al loro terzo casinò a Macao. Il nuovo hotel/casinò si chiamerà Trinity e ospiterà un minimo di 200 tavoli da gioco e 300 pocker machine. L’amministratore delegato di PBL, James Packer, dovrebbe visitare la città il prossimo mese per l’inaugurazione del primo casinò di proprietà del gruppo, Crown Macau, sull’isola di Taipa, del valore di 300 milioni di dollari. Il secondo complesso, City of Dreams, vale invece 1,5 miliardi di dollari e ospiterà quattro hotel, un teatro e un blocco residenziale. La prima parte dei lavori si concluderà nel 2008. Il consorzio PBL-Melco sta valutando di quotare sul Nasdaq gli assets dei casinò di Macao, con un’offerta pubblica iniziale del valore previsto di oltre un miliardo di dollari. Trinity dovrebbe essere più modesto in considerazione della limitata superficie territoriale, ma usufruirà di una posizione strategica sulla penisola di Macao, il centro storico dei casinò. La voce del terzo progetto di PBL è giunta dopo la notizia riportata la scorsa settimana da tutti i giornali che il fatturato di Macao ha ufficialmente sorpassato quello di Las Vegas, crescendo del 37% lo scorso mese e con previsioni annuali che si aggirano sui 6,8 miliardi di dollari contro i 6,6 miliardi di Las Vegas. Tale crescita è stata anche consentita dall’allentamento di Pechino sul controllo del flusso turistico dopo lo scoppio della Sars: sono ora quarantaquattro le città cinesi ai cui residenti è concesso di recarsi liberamente a Macao e Hong Kong. Solo nel 2005 la capitale del gioco d’azzardo ha accolto 18 milioni di turisti.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link