Torna il sereno ed è subito record alla Borsa di Seoul

a cura di:

Archiviato in: in
10 Luglio 2007

SEOUL: Inizio di settimana in decisa crescita per i mercati dell’area Asia-Pacifico dove si mette in luce il mercato sudcoreano che tocca nuovi massimi, dopo i robusti dati sull’occupazione americana di venerdì. Il Kospi ha chiuso a +1,17%, toccando il quarto massimo storico consecutivo, sul forte rialzo del colosso navale Daewoo Shipbuilding a +5,84% dopo avere alzato le sue previsioni del portafoglio ordini del 2007.

Facciamo un passo indietro e ripercorriamo le tappe di questo rally. Parte col piglio giusto la scorsa settimana per la borsa di Seoul che, dopo due settimane di perdite all’insegna delle prese di beneficio, riguadagna quota 1770 punti a + 1,6% risultato che non si vedeva dal 22 Giugno scorso. A trainare sono soprattutto le società del comparto finanziario che beneficiano della definitive approvazione da parte dell’Assemblea Nazionale del pacchetto sulla deregulation del mercato dei capitali. Bene Kookmin Bank (+ 0.5%), Woori Financial Group (+ 0.4%), e Korea Exchange Bank a + 1.1%. Tra le blue chips da segnalare le performance di LG.Philips LCD salita del 3.2%, di Posco (+ 3.3%), e SK Telecom in guadagno del 1.9%. Continua ancora l’ascesa del comparto cantieristica navale con Hyundai Heavy Industries (+ 1.9%) e la rivale Samsung Heavy Industries che balza al 5.1%.

E’ con la seduta di martedì che il Kospi decolla e torna sopra quota 1800 punti coinvolgendo nella febbre all’acquisto anche gli investitori esteri dopo una settimana di contrattazione che li aveva visti impegnati a vendere. La borsa di Seoul chiude con un sonoro +1.93% sulla scia delle notizie circa l’imminente annuncio di Moody’s di correzione al rialzo del rating della Corea del Sud. Si fanno sentire ancora gli effetti della deregolamentazione del mercato dei capitali sudcoreano che spinge in alto Samsung Securities (+ 3.2%), Hyundai Securities (+ 3.3%), Daishin Securities (+ 4%), Daewoo Securities (+ 1.1%) e Woori Investment (+ 1.2). Ancora sugli scudi la cantieristica con Hyundai Heavy Industries (+ 4%) e Samsung Heavy Industries (+ 6.3%), Daewoo Shipbuilding and Marine Engineering (+ 3.8%) e STX Shipbuilding (+ 8.8%).

Mercoledì vede le borse asiatiche in rialzo per la quinta seduta consecutiva con il listino di Seoul sempre in luce (+1,8% a 1838 punti) grazie all’attenuarsi delle tensioni geopolitiche nella penisola coreana. I colloqui tra Cina e Corea del Nord hanno evidenziato progressi sul fronte del programma di disarmo nucleare del Paese guidato da Kim Jong. L’indice Morgan Stanley Capital International per l’area dell’Asia-Pacifico sale dello 0,3%, portando il rialzo degli ultimi cinque giorni al 3,4%. Sui listini hanno corso i titoli come Samsung Electronics (+1,4%) e le banche Kookmin (+2,2%) e Woori Finance Holdings (+2,8%). Senza freni ormai la galoppata di Hyundai Heavy Industries (+ 5.5%) e Samsung Heavy Industries (+ 6.9%).

Le performance record della borsa di Seoul non accennano a interrompersi anche durante la seduta di giovedì. 1847.79 punti e un + 0.5% sono I dati di chiusura di contrattazioni. Continuano ad acquistare gli investitori esteri che scommettono soprattutto sui listini del settore Hi-Tech con Samsung Electronics in guadagno del 2.3% e Hynix Semiconductor (+ 2.7%), entrambe a beneficiare delle indicazioni degli analisti circa la crescita della domanda di flash memory spinta dal lancio dell’iPhone di Apple. Sempre giovedì giungono notizie positive anche dal fronte macroeconomico: la Cina ha sorpassato il Giappone come principale fonte delle importazioni sudcoreane. Secondo dati pubblicati dal ministero del Commercio, Industria ed Energia, nella prima metà del 2007 le importazioni dalla Cina sono aumentate al ritmo del 36,3% annuo, trainate dalla forte domanda di acciaio e componenti elettroniche.

La settimana di contrattazioni si chiude con l’ennesimo record: + 0.7% a 1861punti. Samsung Electronics continua a sfruttare le indicazioni di giovedì e balza del 6.1%, approfittano del sentiment positivo anche Hynix Semiconductor (+ 4.7%), SK Telecom (+ 2.7%), LG.Philips LCD (+ 1.3%). Tra le altre blue chips, ,molto bene anche Posco in territorio positivo del 3.1%.

Angelo Toscano