Una Shanghai a sorpresa: sole, mare e spiaggia

a cura di:

Archiviato in: in
14 Luglio 2006

SHANGHAI: Alla stessa latitudine del Mar Mediterraneo a e a pochi chilometri dalla costa, si potrebbe quasi dare per scontato che Shanghai sia una perfetta destinazione di mare estiva. Persino il nome della città, che letteralmente significa "sul mare" sembrerebbe confermarlo.

Ma se di sole e mare ne ha in abbondanza, Shanghai è però carente quando si tratta di sabbia.

Nata dalle paludi, le spiagge della città sono note solo per la loro assenza. Ed è questa probabilmente la ragione per cui il governo locale ha intenzione di sborsare 250milioni di yuan (31 milioni di dollari), per costruire la più grande spiaggia artificiale del Paese.

L’idea è nata tre anni fa e dopo oltre un anno di costruzione, che ha visto la realizzazione di una laguna artificiale per tenere distanti le acque del Mar Cinese Orientale e il trasferimento 120mila tonnellate di sabbia dall’isola di Hainan, il Jingsha Blue Sea Resort, nel distretto di Fengxian, a sud di Shanghai, ha finalmente spalancato le sue porte al pubblico per la prima volta ieri.

Per riempire la laguna artificiale, l’acqua viene presa dal mare dopo essere stata trattata, prima di finire in un bacino di 2.8 km quadrati che darebbe spazio a 5mila natanti.

"Mi piace lavorare qui, e il salario è buono. Oggi non ci sono molte persone ma ne verranno molte nel week-end. Ne aspettiamo almeno 10mila al giorno", dichiara Gu Guizhong, responsabile della sicurezza del Resort, con i suoi occhiali da sole e i suoi pantaloni arrotolati.

Per far fronte a tali numeri è stato costruito un parcheggio per 2mila vetture con shuttle che arrivano qui direttamente dalla stazione meridionale della metro di Shanghai.

"Ne ho sentito parlare dai notiziari. E’ stata una sorpresa poter entrare gratis oggi, pensavo di dover pagare 50 yuan a persona", dice Zhao Jianhua, un assicuratore venuto qui con la famiglia.

Hotel, ristoranti, appartamenti e anche altre attrazioni sono in progetto per il 2009, e se l’idea avrà successo, è già in discussione un’estensione di 30 km quadrati a Jingsha.

Ylenia Rosati