Vaticano non deve intromettersi negli affari interni cinesi

a cura di:

Archiviato in: in
8 Marzo 2006

PECHINO: La Cina auspica che il Vaticano non si intrometta negli affari interni cinesi, ha dichiarato ieri il ministro degli esteri di Pechino, Li Zhaoxing, nel corso di una conferenza stampa in occasione della sessione annuale del Parlamento cinese, a proposito della recente nomina a cardinale da parte di Papa Benedetto XVI dell’arcivescovo di Hong Kong, Joseph Zen Ze-kiun – noto per le sue critiche alla situazione della religione in Cina. "Inoltre, ci auguriamo che il Vaticano spezzi al più presto i suoi legami con Taiwan", ha aggiunto Li. Il riconoscimento di Taiwan da parte del Vaticano è uno dei motivi per cui la Santa Sede non ha rapporti con Pechino dal 1951. Il ristabilimento di legami diplomatici con la Cina è una delle priorità del pontificato di Benedetto XVI.

Ylenia Rosati