Visita Hu Jintao in America solleva questione relazioni Cina-Iran

a cura di:

Archiviato in: in
20 Aprile 2006

PECHINO: La questione della stretta relazione della Cina con l’industria della difesa iraniana sarà una delle questioni sollevate oggi a Washington in occasione della visita di Hu insieme ad una delegazione che farà pressione per l’eliminazione delle sanzioni contro le società cinesi coinvolte nella proliferazione delle armi.

Il presidente americano, George W.Bush ha intenzione di discutere il controllo delle armi durante il summit con la controparte cinese, riferisce la Casa Bianca.

L’America spingerà affinché la Cina giochi un ruolo costruttivo e responsabile e prenda coscienza che il comportamento delle società cinesi potrebbe danneggiare la reputazione internazionale della Cina.

Le società cinesi sono quelle maggiormente colpite dalle sanzioni emanate dagli Usa riguardo la proliferazione delle armi. Secondo l’Associazione per il controllo delle armi, un gruppo d’informazione indipendente, l’amministrazione Bush ha imposto sanzioni riguardo la proliferazione 134 volte contro 81 società straniere. Di queste 33 sono cinesi e hanno ricevuto 68 di queste sanzioni.

La questione sulla proliferazione delle armi sta perseguitando la Cina, soprattutto ora che è in cerca di rispettabilità e accettazione sul palcoscenico internazionale.

Nel 2004 le fu concesso di entrare nel Gruppo di Fornitori Nucleari, che stabilisce le linee guida per il trasferimento della tecnologia nucleare, ma l’America e gli altri Paesi non le hanno permesso di partecipare al Regime di controllo della tecnologia missilistica, un gruppo simile che agisce per limitare le esportazioni missilistiche.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link