Wal-Mart pronto per espandersi in Cina

a cura di:

Archiviato in: in
20 Marzo 2006

SHENZHEN: Wal-Mart, il colosso dei mercati statunitensi, sta progettando nei prossimi 5 anni l’assunzione di 150mila persone, 5 volte il numero di impiegati che possiede attualmente, in visione della sua futura espansione in Cina. Joe Hatfield, chief executive del Wal-Mart Asia, che ha lavorato presso il più grande retailer mondiale per più di 30 anni ed è stato il suo primo impiegato in Cina nel 1994, ha riferito ieri che la società quest’anno progetta di aprire 20 catene di supermercati nel Paese e attivera’ dei corsi di addestramento per lo staff locale, per accelerare la crescita. Bentonville, retailer con base nell’Arkansas, possiede attualmente 56 negozi in Cina, subito dietro ad altre grandi catene di livello globale quali la francese Carrefour, che possedeva 78 supermercati gia’ alla fine del 2005. Wal-Mart finora non ha registrato abbastanza vendite per classificarsi tra le top 30 sulla lista dei maggiori retailer in Cina, stilata lo scorso mese dal Ministero del Commercio. Ma le cose cambieranno presto, sostiene Hatfield. "Cresceremo in tutte le direzioni possibili", prosegue Hatfield aggiungendo che stanno progettando nuovi negozi non solo nelle maggiori metropoli ma anche nelle città minori, prevedendo una crescita in Cina che in 20 anni raggiungerà la portata di quella negli States, dove ora Wal-Mart possiede 3.700 supermercati. Wal-mart possiede 30.000 impiegati in Cina ma prevede di assumerne almeno 150.000. La crescita della Wal-Mart è stata modesta dai tempi della sua creazione nel 1994, tuttavia con il rilassamento delle leggi per i retailer stranieri in Cina alla fine del 2004 le cose sono migliorate e si prevede che l’espansione per la societa’ sarà molto più semplice. Hatfield ha trascorso i suoi primi mesi in Cina visitando altri retailer per sondare abitudini e gusti locali, e il rislutato di questo suo studio sono outlet che, sebbene all’esterno possano sembrare dei megastore americani, all’interno offrono un’ampia gamma di prodotti tipici locali, come orecchie di maiale e persino coccodrillo.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link